menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montecalvo, amministratori accusati di falso in bilancio: per il Pm il fatto non sussiste

In sostanza, nel corso dell’istruttoria dibattimentale è emersa la correttezza della gestione contabile e l’insussistenza degli elementi che avevano portato l’amministrazione, succeduta a quella capeggiata dal Di Rubbo, a dichiarare il dissesto finanziario

Amministratori di Montecalvo accusati di aver falsificato i bilanci comunali di previsione e consuntivi negli anni dal 2007 al 2009 al fine di evitare la dichiarazione di dissesto del Comune. Dopo oltre quattro anni gli amministratori di quell'epoca  sindaco Giancarlo Di Rubbo, gli assessori Giovanni Iorio, Antonio Russolillo, Nicola Serafino, Domenico Mobilia, Giacomo Pepe, i consiglieri comunali Mario Lo Casale, Ciriaco Puopolo, Goffredo Caccese, Alfonso Caccese, Francesco Fioravanti, Guido Palladino sono stati prosciolti poiché il fatto non sussiste. Nell’inchiesta erano finiti anche il dott. Walter Palermo revisore dei conti, la rag. Eva Gruosso, già responsabile dei servizi finanziari.

Direttamente il Pm dott.ssa Giammarino ha richiesto il proscioglimento di tutti gli imputati.

In sostanza, nel corso dell’istruttoria dibattimentale è emersa la correttezza della gestione contabile e l’insussistenza degli elementi che avevano portato l’amministrazione, succeduta a quella capeggiata dal Di Rubbo, a dichiarare il dissesto finanziario.

Grande la soddisfazione espressa da Di Rubbo alla lettura del dispositivo.

“Finalmente si chiude una vicenda sgradevole ed oscura – dichiara il Di Rubbo – che è costata più ai cittadini di Montecalvo colpiti da una ingiusta dichiarazione di dissesto finanziario, posta in essere soltanto per screditare – per cinici interessi politici – l’operato della mia amministrazione, che da noi imputati che, benché dopo diversi anni, abbiamo visto trionfare la verità. Grazie alla lunga e puntigliosa istruttoria ed alla attenzione prestata dal Collegio e dal P.M. questa vicenda si è conclusa nel migliore dei modi in quanto l’attività amministrativa svolta in quegli anni difficili ne è uscita rivalutata ed apprezzata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento