Accusato di aver ucciso l'amante della moglie: tenta il suicidio in cella

Alessandro Palermiti è ricoverato in ospedale a Solofra. I detenuti che condividevano con lui la cella hanno lanciato l'allarme. Si sono vissuti momenti convulsi

E' ricoverato presso il reparto psichiatrico di Solofra Alessandro Palermiti, il 52enne accusato di aver accoltellato la notte del 14 gennaio scorso l'albanese Halili Tahi perché lo credeva amante della moglie. Nel fine settimana, l'uomo originario di Montaguto, recluso nel carcere di Ariano ha tentato il suicidio ferendosi con una lama il collo e i polsi.

I detenuti che condividevano con lui la cella hanno lanciato l'allarme. Si sono vissuti momenti convulsi. 
Sulla vicenda l'avvocato difensore di Palermiti, Giovanni Pratola ha annunciato: "Ringrazio la Polizia Penitenziaria per la tempestività dell'intervento. Alla luce di questo episodio, di cui non conosco tutti i dettagli, credo che sia necessario valutare insieme ad un consulente se Palermiti può seguire personalmente il processo". Il tentato suicidio, conseguenza probabilmente di un crollo psicologico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Matrimonio "falso" in Irpinia: lo sposo non è ancora divorziato

  • Detenuto muore in carcere dopo una rissa tra camorristi e stranieri

Torna su
AvellinoToday è in caricamento