menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mons. Sergio Melillo diventa Vescovo di Ariano-Lacedonia

"É un evento di grazia, un segno tangibile della paterna attenzione del Santo Padre alla Chiesa avellinese, all'Irpinia, alle attese e speranze della nostra gente in questa difficile congiuntura sociale" dicono dalla diocesi avellinese

Mons. Sergio Melillo, vicario generale e parroco della Cattedrale di Avellino è stato nominato da Papa Francesco, vescovo della Diocesi di Ariano Irpino – Lacedonia.
"É un evento di grazia, un segno tangibile della paterna attenzione del Santo Padre alla Chiesa avellinese, all’Irpinia, alle attese e speranze della nostra gente in questa difficile congiuntura sociale. É un momento importante per la vita nostra Diocesi, esulto con voi fratelli sacerdoti, diaconi, religiosi e fedeli. Il ringraziamento al Signore è frammisto all’emozione per la scelta voluta da Papa Francesco" scrivono in una nota dalla Diocesi.

Sono trascorsi oltre 54 anni da quando un sacerdote del clero diocesano, monsignor Raffaele Pellecchia, veniva chiamato all’episcopato.

"Siamo vicini al carissimo don Sergio con la preghiera a Cristo Buon Pastore, affinché il suo servizio episcopale sia fecondo. L’annuncio accade oggi alla vigilia di Pentecoste, lo Spirito Santo lo guiderà nel ministero con i suoi doni. È un sacerdote saggio, prudente e preparato.
La nomina di Monsignor Melillo evidenzia il valore della sua persona e la bontà del servizio pastorale reso alla Diocesi di Avellino. Abbiamo avuto in questi anni modo di sperimentarne lo spirito di accoglienza e la sua sacerdotale amicizia. Nel manifestare a lui il sincero affetto della Chiesa di Avellino, gli diciamo grazie per il ministero che ha svolto con dedizione.
Viviamo il distacco dal Vicario Generale, da don Sergio, aderendo – toto corde – al progetto di Dio sulla sua persona, in obbedienza alla volontà del Papa: è un dono di un Pastore alla Chiesa sorella di Ariano Irpino – Lacedonia.
Lo affidiamo all’intercessione della Vergine Maria, l’Assunta ai Santi Patroni Modestino, Fiorentino e Flaviano sapendo che questa grazia troverà fertile humus nella sua esperienza di uomo e di prete.
?Dio ricco di Misericordia benedica il suo cammino" conclude la nota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento