rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

I Missionari Francescani del Rosario in soccorso dei sofferenti

Nasce nel 2009 da un’ispirazione di padre Rosario Perucatti, frate minore cappuccino, allora cappellano dell’ospedale civile di Caserta Sant’ Anna e San Sebastiano ma oggi in pianta stabile ad Avellino presso il convento Santa Maria delle Grazie

L’associazione dei Missionari Francescani del Rosario, accoglie inviti da parte di chiese parrocchiali, contesti sia sanitari che sociali presenti sul territorio, per presentare l’operato missionario, offrendo l’opportunità ad altri laici di sperimentare un nuovo carisma.

Nasce nel 2009 da un’ispirazione di padre Rosario Perucatti, frate minore cappuccino, allora cappellano dell’ospedale civile di Caserta Sant’ Anna e San Sebastiano ma oggi in pianta stabile ad Avellino presso il convento Santa Maria delle Grazie.

Una funzione sociale e soprattutto di sostegno per coloro che sono meno fortunati. Padre Perucatti spinto dall’esigenza spirituale dei tanti malati, spesso impreparati ad affrontare la sofferenza e la prova, coinvolge un gruppo di laici disposti a collaborare per portare conforto con la parola di Dio. “Viene consegnato loro il mandato, con lo stile francescano, di recitare il Santo Rosario, che nella sobrietà dei suoi elementi, concentra in sé la profondità dell’intero messaggio evangelico” ci spiega Padre Perucatti. “La recita della preghiera si svolge sia nella sala di attesa della rianimazione, insieme a parenti degli ammalati, sia nei vari reparti specialistici dell’ospedale con i malati. I missionari avvicinano tante persone, da tempo distanti dalla Chiesa e dalla fede” conclude Padre Perucatti. Un modo per non far sentire sole le persone nel momento del dolore invocando la fede.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Missionari Francescani del Rosario in soccorso dei sofferenti

AvellinoToday è in caricamento