menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercatone Uno, D'Agostino incontra i dirigenti del Mise

Il deputato di Scelta Civica ha rappresentato ai dirigenti del Mise la collocazione strategica dello stabilimento di Mirabella e il significativo bacino di utenza del quale potrebbe beneficiare una eventuale nuova attività commerciale

Si è tenuto ieri, martedì 15 dicembre, il previsto incontro tra il deputato di Scelta Civica, Angelo Antonio D’Agostino, e i dirigenti del settore aziende in crisi del Ministero dello sviluppo Economico finalizzato ad affrontare le conseguenze della crisi della catena di ipermercati Mercatone Uno, in particolare quelle che riguardano lo store di Mirabella Eclano.  

Il deputato di Scelta Civica ha rappresentato ai dirigenti del Mise la collocazione strategica dello stabilimento di Mirabella e il significativo bacino di utenza del quale potrebbe beneficiare una eventuale nuova attività commerciale. Al contempo, D’Agostino ha evidenziato l’alto livello di produttività che i dipendenti dell’ipermercato hanno sempre garantito e gli alti standard di qualità dei servizi resi alla clientela.

I dirigenti del Ministero hanno assicurato la massima attenzione per la condizione dei lavoratori della catena Mercatone Uno indicando a D’Agostino il percorso che intendono seguire per assicurare la massima salvaguardia dei livelli occupazionali. A tal proposito, il deputato ha appreso che nel mese di gennaio 2016 sarà pubblicato un bando finalizzato al rilevamento delle strutture della cessata azienda. Il parametro individuato dai tecnici del Mise per scegliere l’acquirente – fanno sapere infine da via Molise – sarà quello del rilevamento dell’intero gruppo, evitando dannose frantumazioni.

“Ci sono le condizioni – ha commentato D’Agostino a margine dell’incontro – per sperare in un rilancio dell’attività commerciale, in particolare dello store di Mirabella Eclano. Sono due i gruppi che hanno già manifestato un interesse concreto su tutte le strutture del gruppo e ciò lascia ben sperare sul futuro dei lavoratori. Continueremo a seguire da vicino la vertenza che è affidata alla competenza dei tecnici del Ministero dello Sviluppo economico.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento