rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Massacro ad Avellino, gli inquirenti cercano il movente

Nell'abitazione anche delle rimanenze di ciò che si sospetta essere sostanza stupefacente

Non si spegne l'eco della terribile tragedia che, nella giornata di ieri, ha sconvolto Avellino. Come tutti ben sapranno, ormai, un uomo, Giammarco Gimmelli, 32 anni, a seguito di una violenta lite, ha ucciso a coltellate Claudio Zaccaria, 25 anni di Mercogliano, e ferito la fidanzata di quest'ultimo, Ylenia, 18 anni, colpendola con un fendente alla gola e mandandola in coma. 

Gli inquirenti sono al lavoro per capire il movente di questa terribile tragedia.
Gli uomini della scientifica non hanno trascurato un solo dettaglio della  scena del crimine, ponendo l'accento su alcuni elementi che potrebbero essere rilevanti per capire il movente di tutto questo orrore. Gli investigatori, a quanto pare, avrebbero trovato all'interno dell'abitazione anche delle rimanenze di ciò che si sospetta essere sostanza stupefacente. Ovviamente, in questa delicatissima fase delle indagini, non è possibile trascurare nessuna pista. Quindi, oltre al movente passionale, anche quello della droga non può essere trascurato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacro ad Avellino, gli inquirenti cercano il movente

AvellinoToday è in caricamento