menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Massacro di Avellino, le ultime ore prima del delitto ricostruite dai cellulari e dalla videosorveglianza

Si attendono i risultati di una perizia di un tecnico

Scartata l’ipotesi passionale, il cerchio sul delitto di Avellino avvenuto giovedì si stringe intorno a debiti non onorati. Gli inquirenti stanno ricostruendo le ultime ore dai tabulati telefonici sia di Gianmarco Gimmelli che dell’amico Claudio Zaccaria. Attendono la perizia di un tecnico in modo da poter avere informazioni sull’orario dell’incontro e sugli spostamenti sia di Gianmarco Gimmelli che di Claudio Zaccaria nelle ore immediatamente precedenti al grave fatto di sangue che ha visto la morte di quest’ultimo.

Fondamentale sarà la testimonianza di Ylenia, la 18enne che ha scoperto l’efferato delitto visto che ha avuto accesso all’abitazione del Gimmelli rimediando una coltellata ma fortunatamente non mortale. Per gli esami tossicologici bisognerà attendere un po’.

Non è escluso che Gimmelli, ora in ospedale, le sue condizioni di salute restano gravi, quando ha scatenato la sua ira sul compagno fosse sotto l’effetto di alcool e droghe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento