menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltrattamenti ai danni di animali, il Comune di Montemiletto si costituisce parte civile

La decisione dell'amministrazione comunale è maturata dalla mozione già presentata nel febbraio 2019

L’Amministrazione comunale, su proposta del Sindaco, ha manifestato e deliberato la volontà del Comune di Montemiletto di volersi costituire parte civile nel procedimento penale pendente innanzi al Tribunale di Avellino che vede contestati reati commessi nel nostro Comune di violenza e di maltrattamenti ingiustificati nei confronti degli animali ed in modo particolare per l’uccisione di un cane.

Agli inizi nel marzo del 2019, infatti, il Comune di Montemiletto è stato al centro della discussione, anche giornalistica, per fatti di cronaca a causa dell’uccisione di un cane meticcio che sarebbe avvenuta per soffocamento mediante un laccio intorno al collo di nylon, impiccato ad un arbusto.

La decisione di volersi costituire parte civile nel processo penale in questione nasce dal fatto che negli ultimi anni, sul territorio del Comune di Montemiletto, si sono verificati diversi episodi inerenti l’uccisione e/o maltrattamenti di animali, in modo particolare di cani.

In merito a tutti questi episodi, nel febbraio del 2019, gli allora Consiglieri comunali di minoranza, D’Anna e Minichiello presentavano una mozione con la quale si chiedeva al Consiglio Comunale di pronunciarsi sulla doverosità per il Comune di costituirsi parte civile in tutti i processi che avrebbero visto imputati i responsabili di tali atti; mozione non approvata dalla precedente Amministrazione comunale e respinta dall’allora Consiglio comunale.

Oggi, l’iniziativa del Comune di presentare istanza di costituzione di parte civile è dettata dal fatto che atti e comportamenti come quelli in questione hanno destato una totale ripugnanza e hanno offeso il comune sentimento di pietà e mitezza verso gli animali al punto che tali gesti, oltre che perseguiti nei termini di legge dalle Autorità competenti, devono essere doverosamente ripudiati anche politicamente sotto ogni profilo.

Il Comune di Montemiletto non può essere associato ad atti di inciviltà così efferati e, pertanto, ha l’obbligo morale e legale di tutelare la propria immagine e quella dei cittadini che rappresenta esternando un forte segnale di civiltà, ritenendo di affermare il principio di ferma condanna verso di tali simili e barbari gesti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento