menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziana al Pronto Soccorso per dieci ore prima del ricovero

Un'emergenza che non tende ad arrestarsi, il genero: "Denunceremo al Tribunale del Malato"

Rabbia social per un utente che, in un gruppo di notizie locali, denuncia un presunto caso di malasanità. Al centro della polemica il Pronto Soccorso dell'Ospedale Moscati di Avellino, che avrebbe tenuto in ostaggio per circa dieci ore una donna di 94 anni, vittima di una caduta

L'anziana, stando alla ricostruzione del genero, entra nel nosocomio alle 11:30 in codice giallo, con la radiografia che sarebbe stata effettuata alle ore 16 (quasi cinque ore dopo). Da lì, la diagnosi: frattura scomposta della tibia destra.Il codice giallo e' stato assegnato dal personale medico per una sospetta frattura del femore destro, poi trasformato in sospetta frattura scomposta della tibia festra, confermata quest'ultima dall'esame radiografico. 

Dopo altre tre ore circa, la donna viene raggiunta dall'ortopedico di turno che ne stabilisce il ricovero in reparto, poi concretizzatosi alle 19,50. Una lunga "maratona" che, stando sempre al racconto, avrebbe costretto l'anziana in un "cucchiaio di ferro", senza la possibilità di poter svolgere i suoi bisogni fisiologici.

Contattato da AvellinoToday il genero dell'anziana ha dichiarato: "È scandaloso quello che è successo. Mia suocera era in codice giallo e il medico ha pensato prima ad altri pazienti, meno gravi. Dopo diverse ore e la mia insistenza è arrivato il ricovero, ma ieri sera non era stata neanche aperta ancora la cartella clinica. Ho pensato di chiamare i carabinieri, e forse sarebbe stato meglio. Sicuramente denunceremo l'episodio al Trobunale del Malato. Questa è una cosa vecchia e me l'hanno confermata anche i parenti di altri degenti. Da altre parti ci sono medici che si occupano solo del Pronto Soccorso; mentre qui si occupano contemporaneamente anche dei reparti. Questo non va bene, ci vuole più organizzazione".


La carenza di personale ha minato, soprattutto negli ultimi tempi, lo svolgimento sereno dell'attività di assistenza nel pronto soccorso del Moscati. La nuova dirigenza lo sa e sarà questa una delle prime sfide da portare a termine. Domani ci sarà proprio un incontro con i sindacati e chissà se proprio in tale sede non verrà avanzata una soluzione rapida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento