“Dobbiamo farle un bonifico da mille euro”: la truffa corre via mail“

Nelle ultime settimane stanno circolando diverse mail fraudolente che chiedono, da parte di Poste Italiane e Inps, di fornire le proprie coordinate bancarie per effettuare un sostanzioso bonifico. Fate molta attenzione

“Abbiamo ricevuto la disposizione di accreditarle la somma di 988,00 euro da parte di Inps”:

inizia così una mail fraudolenta che sta circolando nelle ultime settimane in Rete. Il messaggio, inviato ai titolari o ex titolari di PostePay, nasconde una ben nota truffa ai danni dei cittadini meno attenti. Nella mail, inviata da un presunto servizio clienti di Poste Italiane, viene comunicata la necessità di effettuare un bonifico che in questo caso specifico è di quasi mille euro, somma che non può essere accreditata in quanto mancano le coordinate bancarie. Un chiaro escamotage per farsi fornire dagli ignari cittadini il proprio numero di conto corrente con relativi dati anagrafici. Sempre come è possibile leggere nel messaggio truffa, l'aggiornamento di tali dati può essere fatto attraverso un linkipertestuale che conduce ad una pagina non collegata al servizio clienti ufficiale. 

Ecco il testo completo della mail truffa:

Gentile Titolare di Postepay,
Di recente, abbiamo ricevuto la disposizione di accreditarle la somma di 988,00 EURO
da parte di INPS. Ci dispiace informarla che non è stato possibile effettuare 
l'accredito del bonifico in questione, perchè le sue coordinate bancarie non risultano
valide. Si potrebbe trattare di un'incongruenza dei suoi dati anagrafici, oppure, 
abbiamo ricevuto le coordinate errate da parte di INPS.
La preghiamo quindi di aggiornare il prima possibile le sue informazioni, in maniera da 
poter procedere con l'accredito della somma di 988,00 EURO sulla sua carta Poste.
L'aggiornamento può essere effettuato cliccando QUI
Dopo aver effettuato il dovuto aggiornamento, dopo una verifica da parte del nostro
servizio di Assistenza, si provvederà con l'accredito dell'importo nelle prossime
24-48 ore lavorative.
La ringraziamo per essere un nostro cliente!
I nostri migliori saluti,
Servizio Clienti Online - Poste Italiane S.p.A

Il testo è sempre il medesimo anche se, secondo altre segnalazioni, può variare la somma in euro del bonifico, che risulta sempre abbastanza elevata da invogliare il cittadino a comunicare i propri estremi bancari per poi cadere in questa trappola. Per evitare brutte sorprese è consigliabile cestinare immediatamente questo tipo di mail.

Smascherare questo genere di truffe non è difficile. Sia Inps che PosteItaliane, in caso di rimborsi economici, utilizzano altri canali per comunicare con i contribuenti, inoltre le mail ufficiali di entrambi sono sempre molto riconoscibili. Cosa che non possiamo dire per questo caso, in cui la mail è stata inviata da Servizi Online BPOL “test@saskiasbloemenliefde.nl”, un  indirizzo chiaramente non riconducibile a Poste. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

mail-truffa-3

Leggi la notizia su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali: i voti di tutti i candidati irpini

  • Elezioni regionali, chi sono i quattro eletti in Irpinia

  • Coronavirus, chiude il bar Nolurè

  • Elezioni regionali 2020: i risultati in Irpinia

  • Coronavirus, in Campania è allarme arancione

  • A Mirabella Eclano uno dei wine resort più suggestivi d'Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento