menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botte e violenze ai bimbi, la maestra patteggia: niente carcere

Le polemiche non mancano tra i genitori dei 14 bambini, tra i 10 mesi e 3 anni che accudiva

Milena Ceres, ex coordinatrice del nido «Baby World Bicocca» di Milano ha patteggiato una condanna a due anni e nove mesi. Non andrà in carcere la maestra originaria di Caposele, accusata di maltrattamenti nei confronti di alcuni tra i quattordici bambini che accudiva. La decisione è del gup Valerio Natale. Le polemiche non mancano tra i genitori dei 14 bambini, tra i 10 mesi e 3 anni che accudiva. I difensori della donna intendono chiedere la revoca della misura cautelare dei domiciliari, che arriverà visto l'accoglimento del patteggiamento.

"I genitori delle piccole vittime sono molto amareggiati - spiega l'avvocato Giulio Canobbio -. In particolare la concessione delle attenuanti generiche a Milena Ceres è inconcepibile. I maltrattamenti ci sono stati, protratti a lungo, e la donna ha negato gli addebiti davanti all'evidenza, cioè davanti ai filmati. Non solo. Non si è mai scusata, non ha pagato un euro di risarcimento e le hanno persino sequestrato hashish all'interno dell'asilo". Di diverso avviso il legale della maestra: "Il patteggiamento è un riconoscimento delle responsabilità, una resa davanti al giudice. Il gip ha applicato la legge e questa condanna è tutt'altro che iniqua. Comprendo e rispetto il sentimento delle famiglie coinvolte, ma è stato meglio per tutti chiudere il caso evitando altro clamore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento