Un ragazzo di provincia che realizza il suo sogno: la storia di Luca Abete un esempio per gli studenti

Continua il tour #NonCiFermaNessuno, l'inviato di Striscia ha fatto tappa all'Università di Salerno

«Ero un ragazzo di provincia come voi e non ho mai smesso di credere al mio sogno. Solo così sono approdato al successo nella trasmissione più seguita della tv italiana. Fatelo anche voi e otterrete la vostra personale fortuna». Parla così agli studenti dell’Unisa Luca Abete, protagonista della terza tappa di #Noncifermanessuno, tour motivazionale in giro per gli atenei di tutta Italia giunto alla quarta edizione (dopo Milano, Parma e Salerno, domani sarà a Cosenza all’Università della Calabria, ndr).

Il noto inviato di Striscia gioca praticamente in casa - è di Avellino - e gli studenti ad attenderlo affollano l’aula Cilento. Ad introdurlo il Prof. Francesco Colace, delegato del Rettore al servizio Placement di Ateneo: «E’ un piacere rivedere Luca qui a Fisciano, lo ringrazio per questa bella giornata. Luca ha sempre creduto nei nostri studenti e laureati, tanto da assoldarli per far parte dello staff organizzativo del suo tour».

Presente in aula anche Roberto Tuorto, responsabile regionale di Banco Alimentare, partner della manifestazione che distribuirà ai bambini in difficoltà migliaia di kit merenda donati da Penny Market Italia grazie all’interazione degli utenti sul sito www.noncifermanessuno.org. Proprio nella mattina dell’evento infatti sono stati raggiunti i primi 1000 kit donati: «Un bel traguardo in sole tre tappe del tour» dichiara Abete. Il lato benefico ha sempre accompagnato #Noncifermanessuno, che nel corso degli anni è diventato un vero e proprio contenitore di buone pratiche - dalla beneficenza alla sensibilizzazione su temi come l’ambiente e il riciclo. Tra i partner infatti c’è anche Corepla, il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il riuso degli imballaggi in plastica. «Invito tutti voi ad andare sul nostro sito e a donare gratuitamente con un semplice click».

Anche il Rettore Aurelio Tommasetti ci tiene a portare il suo personale saluto all’iniziativa, accolto da Luca Abete con un simpatico dentifricio gigante, prodotto fake tormentone di quest’anno che accompagna il tour sponsorizzando la miracolosa pasta dentifricia dall’ "Ottimismo attivo, per i sorrisi più grandi".

«E’ una grande soddisfazione per noi ritrovate Luca qui con noi, c’è una sana condivisione di valori con questo progetto. Lo slogan #Noncifermanessuno è anche un po’ quello della nostra università, abbiamo una forte determinazione con la quale affrontiamo tutti gli ostacoli. Per quanto ci riguarda, posso dire che qui abbiamo fatto una vera e propria rivoluzione, lavorando negli anni con studenti sempre attivi. Sono stati i primi a capire che il campus di Fisciano aveva tutte le potenzialità per attrarre le imprese. Basta pensare a quanti nostri ragazzi vengono chiamati subito dopo essersi laureati».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dagli esordi come animatore per bambini, all’attività di clown, fino alla grande vetrina come inviato di Striscia la Notizia iniziata nel 2005: Luca Abete tiene banco con gli studenti tra aneddoti, gag e ricordi commoventi. Un semplice ragazzo di provincia che con forza e determinazione ha raggiunto il suo sogno. Il sogno attuale? Gli chiedono i ragazzi: «Per la prossima edizione del tour magari inserire la storia di #Noncifermanessuno all’interno di un libro. E’ un’idea a cui tengo molto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Avellino in lutto, è scomparso Vincenzo detto "Blues"

  • Migliore Panettone d'Italia, due pasticcerie irpine alla finalissima

  • Coronavirus, in Campania è allarme arancione

  • Claudio Rosa, Capo Ufficio Comando Del Provinciale dei Carabinieri di Avellino, promosso Tenente Colonnello

  • Coronavirus, chiude il bar Nolurè: titolare positivo in ospedale

  • Vino e architettura, in Irpinia una delle cantine più belle d'Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento