menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liste d'attesa troppo lunghe per i vaccini obbligatori

Scaduti i termini per portare l'autocertificazione a scuola, chi non è in regola rischia sanzioni fino a 500 euro

Positiva la risposta dell'Irpinia alle nuove disposizioni ministeriali sulle vaccinazioni. Un dato che super il 90% delle adesioni. Sono ormai scaduti i termini per la presentazione dell'autocertificazione alle segreterie delle scuole primarie, secondarie e superiore.

A fornire il primo report sulla risposta dei genitori, la sezione di Avellino dell'associazione nazionale dirigenti scolastici. Gli Istituti scolastici dovranno ora inviare la documentazione all'Asl che a sua volta dovrà attivare le procedure per chi non è in regola con documentazione e vaccinazione. Da ieri quindi i genitori degli alunni da 0 a 16 anni avranno tempo fino al 10 marzo 2018 per effettuare le vaccinazioni mancanti, ma il problema allarmante sono le lunghe liste d'attesa, per varicella e meningite le prenotazioni slittano anche di un anno.

La legge prevede che salvo esoneri particolari, se i genitori non vaccinano i figli, la asl contatta il genitore per un colloquio, indicando i tempi delle vaccinazioni da fare. Se il genitore non provvede, l'asl contesta l'inadempimento. In questo caso, e' prevista per i genitori una sanzione da 100 a 500 euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento