menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Protesta al Mancini, gli studenti non vogliono i doppi turni

La preside del Liceo: “Quanto accaduto per noi è stato un duro colpo"

Questa mattina gli studenti, i docenti e la Dirigente scolastica si sono ritrovati nella palestra della “Solimena”. Il problema del Liceo Mancini permane e, fino a questo momento, non è stata neanche abbozzata una soluzione che possa far fronte al sequestro con un trasloco.

Ecco quanto dichiarato dalla preside del liceo, Nicolina Silvana Agnes:

“Quanto accaduto per noi è stato un duro colpo, dopo la relazione del professor Petti eravamo tranquilli. Doppi turni per i ragazzi? Possiamo solo aspettare e valutare”.

L’ipotesi doppi turni, nella fattispecie, non piace assolutamente agli studenti.

La nota di Adoc e Federconsumtori

Adesso si rimane in attesa di una convocazione in Provincia. Intanto, però, le associazione di consumatori, Adoc e Federconsumtori, tramite una nota stampa congiunta, si sono unite alla preoccupazione di studenti e genitori: 

"E' di soli pochi giorni fa la notizia che questo istituto è risultato vincitore del premio Global Junior Challange, quale scuola più innovativa d'Italia, per un progetto di fisica astroparticellare sviluppato dai suoi studenti, con il professionale ausilio del personale docente. L'improvvisa doccia fredda per genitori, professori e alunni è arrivata poche ore dopo, quando su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, i Carabinieri hanno apposto i sigilli alle porte d'ingresso dell'istituto. Per la Procura di Avellino – si legge nella nota firmata De Cunzo e Lieto- lo storico immobile che ospita il Liceo Scientifico non garantirebbe la pubblica e privata incolumità. Il provvedimento ha destato grande stupore, considerata la circostanza che l'immobile, di proprietà della Provincia di Avellino, era stato sottoposto ad una specifica perizia tecnica, la quale, pur non disconoscendo alcune criticità dal punto di vista sismico, ha certificato che l'immobile è sicuro sotto l'aspetto statico ed idoneo all'esercizio. Il liceo scientifico ospita circa 1200 alunni e difficilmente tutti questi studenti potranno essere trasferiti in altre sedi entro tempi ragionevolmente brevi.
C'è il serio rischio che venga compromessa la continuità didattica e soprattutto che venga distrutta un'eccellenza di questa città. Le scriventi associazioni, lungi dal voler entrare nel merito della questione giudiziaria, a tutela della vasta utenza interessata dal provvedimento ed al fine di limitare un grave disservizio, chiedono alla medesima Procura di Avellino di disporre il dissequestro dell'immobile, quantomeno per il tempo necessario ad individuare idonee soluzioni alternative. Questa sentita istanza, per la quale ci si assume anche la responsabilità morale, nasce dalla ragionevole constatazione che l'immobile, pur con le sue criticità, presenta un rischio sismico né superiore, né inferiore alla media del patrimonio edilizio privato e pubblico di questa città e di questa provincia, sottoposto ad un'elevata vulnerabilità sismica per la sua vetustà e per il suo stato di conservazione. Pertanto, anche se con amarezza, occorre necessariamente constatare che nell'immediato il rischio per l'incolumità privata dei 1200 studenti del liceo scientifico Mancini, soprattutto dal punto di vista sismico, non sembrerebbe statisticamente ridotto.
Di conseguenza, innanzi a tale incontestabile, quanto amara constatazione, le scriventi associazioni chiedono alla Procura di Avellino di valutare l'opportunità di emettere un provvedimento temporaneo ed urgente, volto alla riapertura dell'istituto scolastico, per garantire immediata continuità al diritto allo studio dei ragazzi e per salvaguardare una realtà di eccellenza del panorama scolastico di questa città.
Ai professori e ai genitori degli studenti, se concordi con quanto innanzi sostenuto, chiediamo di associarsi alla presente istanza, al fine di dare ad essa ulteriore sostanza e significato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento