Doppi stipendi all'Asl, scatta il primo licenziamento

L’indagine è partita dalla denuncia della manager dell’Asl Maria Morgante, che ha segnalato le anomalie nei conti aziendali

Le conseguenze dell’inchiesta portata avanti dalla Procura della Repubblica di Avellino in merito alla questione dei doppi stipendi percepiti presso l’Asl del capoluogo irpino, cominciano a farsi sentire: è notizia di oggi, infatti, il licenziamento senza preavviso per uno dei dipendenti dell’azienda di via Degli Imbimbo coinvolti nell’indagine. Nel mirino della Procura, in tutto, sono finiti sei soggetti; per cui è prontamente scattato un procedimento disciplinare interno. 

L’indagine è partita dalla denuncia della manager dell’Asl Maria Morgante, che ha segnalato le anomalie nei conti aziendali. Stando a quanto affermano gli inquirenti, grazie all’aiuto di un complice, le buste paga venivano gonfiate fino a raggiungere il doppio della somma totale. Il danno, in questo senso, ha portato all’azienda sanitaria un ammanco di circa 600mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • "Prima dell'alba" racconta la storia di Marco: "Vado a Roma per prostituirmi"

  • Arresto Vincenzo Schiavone, le intercettazioni: "Troppo oltre il limite e questo continua a fare lo spavaldo"

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Incidente sull'Avellino-Salerno, le condizioni dei due feriti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento