menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Libri trafugati nel centro studi, denunciato l'ex ministro Zecchino

Operazione dei carabinieri nel Centro europeo di studi normanni, la pesante accusa è di ricettazione

Libri e documenti storici di grandissimo valore. Oltre una ventina di libri di provenienza illecita. Questo è stato il ritrovamento dei carabinieri del Nucleo di tutela del patrimonio artistico e culturale, che per un giorno intero ha passato al setaccio la biblioteca del Centro Europeo di Studi Normanni di Ariano Irpino. Senza ombra di dubbio, occorreranno perizie specifiche per accertare definitivamente se, i testi ritrovati e sequestrati, siano effettivamente quelli che i carabinieri cercavano da tempo. Al momento, nel provvedimento di sequestro emesso dalla Procura di Benevento, che coordina le indagini, si parla genericamente di «titoli compatibili».

Ora sono guai seri per Ortensio Zecchino

Per il presidente del Centro Studi, Ortensio Zecchino, in qualità di rappresentante legale dell'istituto, è immediatamente scattata la la denuncia. La pesante accusa, in questo caso, è di ricettazione. L'ex ministro dell'Istruzione e attuale presidente del centro di ricerca Biogem ha già chiesto il dissequestro del materiale rinvenuto nella biblioteca, presentando ricorso al tribunale del Riesame di Napoli.

Opere di inestimabile valore

Nella biblioteca del Centro Europeo di Studi Normanni sono custoditi dal 1991 oltre diecimila volumi, con un fondo antico di 870 volumi datati dal XVI al IX secolo. E tra questi anche rare edizioni della Costituzione di Federico II del 1533. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Stop ai vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson dal 2022

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento