Latitante localizzato in Brasile dai carabinieri del nucleo investigativo di Avellino

L'uomo è stato arrestato

Fine della latitanza per un pregiudicato di Solofra: è stato arrestato dalla Polizia Federale Brasiliana grazie alle indagini e all’attività informativa necessarie alla localizzazione fornita dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino.

L’uomo, condannato nel 2001 alla pena di 13 anni di reclusione per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, da allora era diventato ombra. Colpito da un ordine di esecuzione emesso dalla Procura della Repubblica di Bari, gli investigatori del Comando Provinciale di Avellino sono riusciti a scovarlo e seguirne le tracce, grazie ad attività tecniche ed alla cooperazione con la Polizia Federale assicurata dallo S.C.I.P. (Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia).  

Rintracciato in un centralissimo quartiere di San Paolo del Brasile, al momento dell’arresto non ha reagito con violenza, pur avendo inizialmente provato a negare la propria identità. Ma quando si è accorto che alla base di quel controllo c’erano gli accertamenti degli investigatori italiani, non ha potuto fare altro che rassegnarsi.

L’arrestato è ora al carcere di San Paolo del Brasile, in attesa delle procedure estradizionali verso l’Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna da Milano con la febbre altissima, trasportato al Moscati

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Coronavirus, Lauro, il sindaco: "Hanno viaggiato in treno e poi sono andati a prenderli in auto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento