Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Il ladro del cimitero torna in libertà

Già nella giornata di ieri, l'uomo ha deciso di ricorrere al rito abbreviato, ottenendo lo sconto di un terzo sulla pena

Il ladro-profanatore di tombe è tornato in libertà. Il Gup, per il 50enne di Volla, ha deciso per un anno di reclusione, con pena sospesa, e una multa da duecento euro. Già all'atto dell'arresto, l'uomo ha deciso di ricorrere al rito abbreviato, ottenendo lo sconto di un terzo sulla pena. Determinanti, in questo senso, si sono rivelate essere le attenuanti generiche. L'applicazione della pena sospesa gli ha consentito di tornare in libertà.

L'arresto 

L'uomo è stato scoperto dai carabinieri mentre rubava nel cimitero di Avellino, dove negli ultimi giorni, erano già avvenuti tre furti. Il 50enne è stato bloccato mentre caricava su un monovolume sette sacchi con cento portafiori e 400 vasi, tutti di rame e bronzo, per un valore complessivo di 27mila euro. La brillante operazione è frutto di una serie di appostamenti e controlli specifici dei carabinieri del comando provinciale di Avellino. La refurtiva è stata recuperata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ladro del cimitero torna in libertà

AvellinoToday è in caricamento