menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Osapp chiede la riapertura della cucina nel carcere di Ariano

L'Osapp regionale, a firma del segretario Vincenzo Palmieri, scrive al provveditorato della Campania Dott. Tommaso Contestabile, al direttore della C.C. Ariano Irpino, Dott. Gianfranco Marcello, alla segreteria generale Osapp Leo Beneduci, alla segreteria provinciale e locale Osapp di Avellino in merito all'apertura della cucina per i detenuti

L'Osapp regionale, a firma del segretario Vincenzo Palmieri, scrive al provveditorato della Campania Dott. Tommaso Contestabile, al direttore della C.C. Ariano Irpino, Dott. Gianfranco Marcello, alla segreteria generale Osapp Leo Beneduci, alla segreteria provinciale e locale Osapp di Avellino in merito all'apertura della cucina per i detenuti.

"La segreteria regionale scrivente, con la presente chiede all'organo in indirizzo di conoscere i tempi di attesa nonché i chiarimenti in merito alla mancata dell'apertura a tutt'oggi della cucina detenuti del vecchio padiglione, chiusura resosi necessaria nel dicembre 2014, sebbene è stata conclusa la ristrutturazione delle aree detentive con il relativo arredamento delle camere di pernottamento. Si chiede altresì, in attesa di assegnazione futura di personale, di indire per la struttura penitenziaria di Ariano Irpino un interpello così come avvenuto con il personale femminile al fine di resistere all'emergenza continua in cui versa il predetto istituto e garantire più sicurezza, servizi e compiti istituzionali nonché evitare la negazione dei diritti del Personale di Polizia Penitenziaria che sono alla pari del dovere. 

La scrivente sigla auspica che, l'organo in indirizzo verso il quale presente è diretto, si attivi per la risoluzione delle problematiche strutturali rappresentate sollecitando il DAP allo stanziamento di più fondi per garantire la funzionalità, le opere ordinarie e straordinare per la riapertura della cucina in questione, non di meno importanza lafunzionalità degli ascensori, e l'ammodernamento della caserma agenti come più volte segnalato e la questione idrica. Noi come OSAPP, per una questione di responsabilità e di rispetto verso i nostri aderenti, continueremo ad esigere una risoluzione delle questioni irrisolte presso gli organi competenti, affinché l'istituto penitenziario di Ariano non sia considerato secondario rispetto a tanti altri istituti penitenziari della Campania".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento