rotate-mobile
Cronaca

Ucciso da un elefante in Kenya, la vittima un imprenditore avellinese

Ferdinando Mocciola era in vacanza e stava svolgendo un safari

Una fine tragica quella di Ferdinando Mocciola, imprenditore avellinese trapiantato in Lombardia a Lodi.

L'uomo è  rimasto vittima della sua stessa passione: la natura incontaminata del Kenya, la sua seconda casa. 

A tradirlo una fotografia scattata durante un safari. Secondo quanto ricostruito, Mocciola sarebbe stato urtato violentemente da un elefante – e non schiacciato – mentre stava cercando di scattare una foto al pachiderma. L'urto avrebbe provocato la rovinosa caduta del 66enne, deceduto a causa di una violenta botta alla testa.

La tragedia è avvenuta nel campo di Swara, all'interno del parco nazionale Tsavo, vicino alla costa. Assieme a Mocciola c'erano la moglie e alcuni amici. Adesso la donna, assistita dalla Farnesina, dovrebbe far rientro in Italia con la salma.

Mocciola era un imprenditore di successo, aveva rivestito un ruolo importante nell'azienda Airpack.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso da un elefante in Kenya, la vittima un imprenditore avellinese

AvellinoToday è in caricamento