menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Isochimica, Ferrovie dello Stato e Asl Avellino a processo

Il giudice Fabrizio Ciccone ha accettato, inoltre la costituzione di parte civile di altri tre ex operai della fabbrica dei veleni, in totale le parti civili ammesse salgono a 253

Ferrovie dello Stato ed Asl di Avellino sono state chiamate in causa per responsabilità civile nel processo penale, per Inail, Regione e curatela fallimentare discorso opposto. Il giudice Fabrizio Ciccone ha accettato, inoltre la costituzione di parte civile di altri tre ex operai della fabbrica dei veleni, in totale le parti civili ammesse salgono a 253.

"Abbiamo ritenuto di chiedere la loro chiamata in causa in questa fase a nostro avviso tempestivamente, con l'augurio che partecipino al processo anche per avere un'idea più chiara delle tesi difensive che si avranno in fase dibattimentale - dice Brigida Cesta legale degli ex scoibentatori - In quella sede eventualmente rivaluteremo anche la posizione di Regione e Inail, la cui ammissibilità oggi è stata rigettata dal giudice" 

Discorso diverso per l'avvocato Alberico Villani, difensore di Elio Graziano titolare della fabbrica dei veleni: "Abbiamo avanzato eccezioni procedurali nei confronti della chiamata in causa di alcuni responsabili civili, avevamo chiesto che fossero estromessi dal processo invece il giudice ha accettato che, in un'udienza preliminare in fase già inoltrata, fossero inseriti. Il 21 aprile presenteremo altre questioni preliminari sulla nullità o l'inutilizzabilità di alcuni atti di indagine preliminare prodotti dalla Procura di Avellino nel processo a carico di Graziano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento