Primi risultati dopo un anno di "Comuni in Comune" in Irpinia

Nei comuni aderenti al progetto, rispetto alla scorsa estate aumentati i flussi del 13%

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AvellinoToday

Arrivano i primi risultati del progetto di marketing territoriale "Comuni in comune". A distanza di un anno dal suo approdo in provincia di Avellino ecco i dati sui flussi turistici legati all'impatto del progetto sul turismo in Irpinia. Secondo la ricerca di mercato effettuata dalla PAT Service di Pescara, nell'estate 2016 i comuni interessati dal progetto hanno visto un aumento del flusso turistico del 13% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le statistiche sono state effettuate intercettando soprattutto le abitudini del tipico turista che frequenta la nostra provincia, ossia quello che considera l'Irpinia una terra da visitare in un solo giorno.

Un incremento di presenze turistiche che acquista maggiore rilevanza se si considera che è frutto di una promozione completamente gratuita per i comuni, concretizzatasi attraverso affissioni su poster stradali di grande formato pianificati su scala interregionale, e che ha visto un risparmio, rappresentato da un mancato esborso per la promozione del territorio e degli eventi, stimato in circa 10mila euro.

Una formula vincente quella di "Comuni in comune", che ha fatto proseliti in Irpinia, con molti amministratori locali che hanno accolto l'iniziativa con entusiasmo (al momento in provincia di Avellino si contano 35 comuni affiliati, con molti altri in fase di definizione). Il progetto, che continuerà la sua fase di promozione in Irpinia, è approdato da qualche giorno anche nelle province di Salerno e Benevento, secondo un percorso naturale che mira ad allargare il circuito di comuni affiliati, con l'obiettivo concreto di una promozione su tutto il territorio nazionale.

Torna su
AvellinoToday è in caricamento