rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Altavilla Irpina

Calciatore di una compagine irpina rivolge insulti razzisti all'avversario: il caso diventa nazionale

Il vergognoso episodio è accaduto domenica scorsa a Rocchetta Sant'Antonio (Foggia) durante il match Heraclea-US Altavilla: la vittima è un giovane calciatore guineano 21enne, impiegato di un'impresa edile a Calitri. Già nel match di andata, il ragazzo aveva ricevuto lo stesso trattamento

"Torna nella giungla, scimmia!". Con questo invito, che definire vergognoso è dir poco, un calciatore dell'ASD U.S. Altavilla 2016, compagine del girone C del campionato di Prima Categoria, si è rivolto a un suo avversario, Abdoulaye Fofana, 21 anni, originario della Guinea e militante nell'ASD Heraclea Calcio. L'episodio è avvenuto domenica scorsa, a Rocchetta Sant'Antonio, in provincia di Foggia, durante il match tra le due squadre.

Era già stato oggetto di insulto nella gara di andata (dallo stesso avversario e dalla tifoseria)

Come riportato dai nostri colleghi di FoggiaToday, non è la prima volta che il ragazzo guineano, impiegato di un’azienda edile di Calitri, subisce simili attacchi. Era già accaduto nella gara di andata. In quella occasione era stato preso di mira dallo stesso avversario (e anche dai tifosi), al grido di “Negro, mangia banane, scimmia torna nella foresta”.

Il presidente dell’Altavilla aveva condannato il gesto ed espresso vicinanza personale ad Abdoulaye, pesantemente insultato e fischiato per novanta minuti, attraverso un messaggio su WhatsApp. Questa volta, il 21enne ha perso le staffe e ha reagito, inveendo contro chi lo attaccava. In campo si è scatenata una piccola rissa, al termine della quale l'arbitro ha deciso di sospendere la partita.

Il caso diventa nazionale: dal servizio su Rai 3 alla richiesta di interrogazione parlamentare

La notizia degli insulti razzisti rivolti ad Abdoulaye Fofana ha fatto il giro delle principali emittenti e testate giornalistiche nazionali, risollevando un problema, mai sopito e mai come oggi attuale, relativo agli episodi di razzismo nello sport.

"Non sono riuscito a controllarmi, sono uscito fuori dal campo con le lacrime agli occhi" ha confessato il giovane Abdoulaye ai microfoni di Rai 3. "Non dobbiamo utilizzare il razzismo come strumento per dividere le persone. Siamo tutti uguali: Dio ha creato il mondo con tanti colori quanti quelli dell'arcobaleno. Bianchi, neri o gialli, dobbiamo accettare la diversità".

Nel frattempo, la deputata del Movimento 5 Stelle Francesca Troiano annuncia che verrà inoltrata una richiesta di interrogazione parlamentare: "Chiedo alle autorità sportive federali di assumere le decisioni del caso senza tentennamento alcuno. Queste cose sono inaccettabili ovunque, in maniera particolare sui campi di calcio e nel mondo dello sport".

La nota dell'amministrazione comunale: "Invitiamo Abdoulaye e l'Heraclea Calcio a trascorrere una giornata qui ad Altavilla"

Tramite una nota pubblicata sui canali istituzionali, il sindaco di Altavilla Irpina Mario Vanni ha espresso la sua solidarietà ad Abdoulaye Fofana: "Questa amministrazione prende le distanze e condanna ogni forma di discriminazione razziale. Altavilla Irpina è un paese ospitale dove diverse famiglie di cittadini extracomunitari sono inserite e fanno oramai da anni parte a pieno titolo della comunità locale. Siamo convinti che lo sport sia una occasione per unire, non per dividere. Per questa ragione diversi sforzi sono stati sostenuti per migliorare gli impianti sportivi ed offrire ai giovani del paese un luogo di svago, ma anche di aggregazione e di sana competizione. Nei nostri impianti non c’è posto per l’ignoranza e la stupidità. Per questo motivo, se dovessero emergere eventuali responsabilità a carico di tesserati dell'US Altavilla 2016, invitiamo i dirigenti a prende gli opportuni provvedimenti disciplinari".

"Auguriamo a Abdoulaye Fofana ogni bene e lo invitiamo insieme alla Heraclea Calcio nel nostro paese per trascorrere insieme una giornata dedicata allo sport e contro ogni forma di violenza e di intolleranza" conclude Vanni.

Leggi l'articolo su FoggiaToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciatore di una compagine irpina rivolge insulti razzisti all'avversario: il caso diventa nazionale

AvellinoToday è in caricamento