Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

"Insieme contro l'usura e il racket": "Denunciate senza paura, questa piaga si può sconfiggere"

Il Sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia ad Avellino per la prima tappa della campagna di sensibilizzazione sulla legalità, promossa dalla Regione Campania

Dal 20 aprile al 5 maggio, in diversi Comuni della Città metropolitana di Napoli e in altre località delle province di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno, la Regione Campania avvia la campagna della legalità per sensibilizzare e informare i cittadini sui gravi problemi di usura e racket; mettere a disposizione, per chi è vittima degli aguzzini, gli strumenti utili alla prevenzione e al contrasto.

La campagna "Insieme contro l'usura e il racket" fa tappa ad Avellino

Sibilia: "Chi denuncia può ottonere il fondo di solidarietà"

Il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia, questa mattina, ha presenziato alla tappa avellinese dell'iniziativa. L'obiettivo è quello d'informare i cittadini, anche i più giovani, coinvolgendoli anche in confronti pubblici sui delicati temi dell'usura e del racket: "Questi temi, purtroppo, interessano tutta la Campania. Oggi occorre far sapere alle persone che abbiamo un sistema che consente di dare una risposta, prima ancora che intervenga la Magistratura - sottolinea Carlo Sibilia - lo Stato, con i suoi fondi di solidarietà, riesce ad intervenire per tutti quelli che denunciano e poi con la Commissione al Viminale c'è la possibilità di elargire un contributo importante che consente di non essere più schiavi dell'usura e del racket. Questo strumento, voluto da Giovanni Falcone, si attiva a seguito della denuncia la quale, quindi, consente di avere un prestito a fondo perduto per le vittime di racket o un prestito in dieci anni con interessi agevolati per chi è vittima di usura. 

Numeri inquietanti che fanno capire la gravità del fenomeno in Campania

La criminalità organizzata incassa, in Campania, dall’estorsione e dalle attività di strozzinaggio, intorno ai due miliardi all’anno. Sono circa trecento, tra grandi, medie imprese e piccole attività commerciali, quelle colpite da questo cancro, circa 80 le denunce per usura e 1100 per tangenti registrate annualmente. 

L'Assessore alla Legalità della Regione Campania, Mario Morcone, ha così commentato la situazione attuale: "I soldi del PNRR favoriscono una serie di interventi della criminalità, quel welfare criminale che si offre a chi è in difficlotà. Noi dobbiamo contrastare tutto questo". Rispetto all'operazione che si è svolta questa mattina nei confronti del clan Moccia, attivo ad Afragola, nella provincia di Napoli: "Sono molto contento perchè quella è una zona sotto occhio che va aggredita. Ringrazio le forze dell'ordine per il lavoro egregio che stanno facendo. Agli arresti e alle inchiesti bisogna aggiungere il sequestro e la confisca dei beni che, secondo me, sono quelli che danno la botta definitiva a questa gente".

Prefetto Spena: "Denunciare conviene"

All'iniziativa di questa mattina ha partecipato anche il Prefetto di Avellino, Paola Spena, che ha rivolto un appello alle vittime di usura e di racket affinchè denuncino: "La richiesta di pizzo, l'imposizione di prodotti, l'assunzione del soggetto che però non viene a lavorare sono tutte modalità con cui la criminalità organizzata cerca di fare una stretta sull'economia, dal piccolo commerciante al cantiere e all'appalto. Quindi, è necessario favorire la sensibilizzazione su questo tema perchè le denuncie di estorsione e usura sono poche. Occorre, invece, denunciare alle forze dell'ordine le quali sanno bene come accompagnare con una modalità di protezione. Denunciare conviene perchè ci sono delle risorse messe a disposizione dallo Stato a titolo di risarcimento per il danno, anche psicologico. Importanti sono anche queste iniziative che coinvolgono i ragazzi perchè è da loro che bisogna partire per diffondere la cultura della legalità" conclude il Prefetto.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Insieme contro l'usura e il racket": "Denunciate senza paura, questa piaga si può sconfiggere"
AvellinoToday è in caricamento