rotate-mobile
Cronaca

Insegnante si getta dal ponte: 15 anni fa il figlio le sfuggì dalle braccia e morì cadendo dal balcone

Una tragica fatalità che ha segnato il cuore di una madre nel profondo dell’inconscio

La donna che si è lanciata da un ponte dell’Ofantina tra Montemarano e Volturara, madre di due figli, è un dramma che riporta alla mente un episodio consumatosi 15 anni fa. La donna di Avellino M.G., infatti, perse un bimbo di 4 mesi, che aveva tra le sue braccia, finendo giù dal balcone del suo appartamento di via Piave.

Una tragica fatalità che ha segnato il cuore di una madre nel profondo dell’inconscio. L’insegnante a distanza di tempo ha compiuto un gesto disperato, estremo, scegliendo di morire. Ha raggiunto una piazzola di sosta sull’Ofantina, ha parcheggiato l’auto e si è diretta sul ponte. Sotto gli occhi di un passante si è lanciata giù. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno effettuato i sopralluoghi. Nell’auto sono stati trovati i documenti personali della donna, che insegnava in una scuola elementare del capoluogo, ed è stato effettuato il riconoscimento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegnante si getta dal ponte: 15 anni fa il figlio le sfuggì dalle braccia e morì cadendo dal balcone

AvellinoToday è in caricamento