menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ufita sempre più nel degrado: intercettata presenza di sostanze oleose

Il Comitato in difesa del territorio ha presentato denuncia per l'avvio delle indagini

Fiume Ufita sempre più nel degrado. La presenza di acqua nera e schiuma preoccupa il Comitato guidato da Anselmo La Manna, che ha sollecitato le indagini della Procura sull’eventuale inquinamento delle acque. Tante le segnalazioni giunte al Comitato (carcasse di animali, rifiuti ingombranti…) che ha iniziato un’attività di monitoraggio che va da Frigento a Flumeri, fino a Grottaminarda.

In particolare, il Comitato ha presentato denuncia ai carabinieri di Ariano Irpino per la situazione riscontrata a monte dei depuratori Asi (zona ex Iribus) dove l’acqua appare più chiara. La flora del fiume è apparsa, agli attivisti del Comitato, contaminata, con alcune pietre prese in esame (a valle del depuratore) che testimonierebbero la presenza di sostanze oleose nell’acqua: probabilmente provenienti dagli scarichi della zona industriale.

Il Comitato vuole chiarezza e ha presentato il suo esposto alla Polizia municipale di Ariano, al presidente della Provincia e ai primi cittadini di Ariano, Sturno, Frigento, Grottaminarda. Un’indagine, negli stessi tratti sotto accusa, era stata effettuate diversi anni fa, ma i risultati non portarono a niente. Comitato e cittadini si aspettano che le cose possano presto cambiare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento