Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Indagini antimafia: Oscar Pecorelli e il clan Lo Russo, nuovi sviluppi a Napoli e Avellino

Capitali illeciti nel pellame e affari segreti dal carcere, il nuovo scenario delle indagini della Dda

Secondo le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, Oscar Pecorelli, nato nel 1979 e detenuto dal 2010 per omicidio, avrebbe reinvestito capitali illeciti nel settore del pellame, tra le altre attività come l'usura e il commercio di orologi di lusso. Recentemente, è stato oggetto di un decreto di sequestro firmato dai pm della Procura guidata da Nicola Gratteri. Le indagini condotte dal Gico del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli e dal Nucleo Investigativo Centrale di Roma della polizia penitenziaria hanno rivelato che Pecorelli, nonostante la detenzione, continuava a gestire affari illeciti tramite un telefono "segreto", influenzando le attività criminali nella zona di Miano, lungo tempo dominata dal clan Lo Russo, noti come i "Capitoni".

Durante intercettazioni militari delle Fiamme Gialle, è emerso che uno dei "prestanome" di Pecorelli aveva proposto un affare relativo ad Avellino durante un "summit" telefonico con il boss dal carcere di Opera. Questa mossa sembrava mirare a distogliere l'attenzione da Napoli e a evitare collegamenti diretti con società precedentemente coinvolte in operazioni di falsa fatturazione, coinvolgendo società cartiere per milioni di euro.

Le indagini della Dda di Napoli sono ancora in corso, focalizzandosi anche su una società con sede in provincia di Avellino potenzialmente coinvolta negli affari, e legata al soggetto che si era consultato con Pecorelli durante il "summit" di camorra.

L'Irpinia ha una storia di connessioni con il clan Lo Russo, evidenziata dalla cattura nel 2014 di Luigi Russo, affiliato al clan e ricercato per tentato omicidio e associazione camorristica. Tale connessione continua a influenzare eventi come l'operazione "Snake" del 2018, dove vertici del clan sono stati coinvolti in un traffico di droga attraverso la Spagna, destinato alle province di Napoli e Avellino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagini antimafia: Oscar Pecorelli e il clan Lo Russo, nuovi sviluppi a Napoli e Avellino
AvellinoToday è in caricamento