Incidenti stradali

Perde il controllo della moto, travolta poi da un'auto: muore 37enne irpina

Il decesso praticamente sul colpo, a causa delle lesioni al collo della vittima. Sul posto gli agenti del commissariato, la polizia stradale e gli operatori del 118

Una mattanza senza fine, ancora sangue innocente sulle strade salentine. Un grave incidente stradale si è verificato questa sera, poco dopo le 20,30 in agro di Ruffano, lungo la strada provinciale 374 che collega Miggiano a Taurisano.

Una donna di 37 anni, Chiara Di Credico, nata ad Avellino e residente a Casarano, che si trovava in sella ad una moto di grossa cilindrata, per cause in fase d'accertamento, ha perso il controllo del mezzo ed è caduta violentemente sulla carreggiata, invadendo la corsia opposta, ed è quindi stata, inevitabilmente, travolta da un'autovettura, una Renault Clio, che procedeva in senso contrario.

Le lesioni al collo e alla testa sono state di una tale profondità che la povera donna ha perso la vita praticamente sul colpo. Illeso il conducente della vettura contro cui la motociclista ha tragicamente impattato, un 44enne residente a Miggiano. L'uomo è risultato negativo ai test alcolemici. 

La donna viaggiava da sola sulla sua motocicletta, una Ducati Monster 600, ed era preceduta da un altro centauro che era a bordo di un'altra moto. Fra i primi ad arrivare sul posto, sono stati gli agenti di polizia del commissariato di Taurisano, coordinati dal vicequestore Salvatore Federico, oltre agli operatori del 118. I rilievi e gli accertamenti sulla dinamica sono stati demandati alla sezione della polizia stradale di Lecce, sopraggiunta subito sul posto con una pattuglia e il personale dell'ufficio infortunistico. I mezzi come da prassi sono stati sequestrati per gli ulteriori accertamenti. Sul posto anche vigili del fuoco, carabinieri e le guardie ambientali d'italia.    

Leggi la notizia su Lecce Prima

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde il controllo della moto, travolta poi da un'auto: muore 37enne irpina

AvellinoToday è in caricamento