menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schianto in autostrada A14: irpina in gravi condizioni - VIDEO

Stando a una prima ricostruzione, pare che due auto (una 'Kia Sportage' e una 'Fiat Punto') fossero incolonnate al casello di Cotignola. Alle loro spalle è giunta un 'Audi A3' che, dopo avere urtato il new jersey che divide le corsie in un punto situato ad un centinaio di metri dal casello, è letteralmente piombata sulla 'Punto' non lasciando purtroppo scampo a due dei tre occupanti

Due morti e tre feriti, una dei quali, una donna originaria di Ariano, trasportato in elicottero in gravissime condizioni al ‘Trauma Center’ dell’ospedale ‘Bufalini di Cesena. E’ pesantissimo il bilancio del terribile schianto avvenuto nel primo pomeriggio di oggi al casello di Cotignola della diramazione dell’autostrada A14 bis. Le vittime dell’incidente sono Andrea Giunta, 56enne originario di Caltanissetta e residente a Modena, e il figlio di 15 anni, Michele, nato a Modena. Grave la madre, Maria Carmela D., 55 anni, di Ariano Irpino. Ferite più lievi per altre due persone, trasportate in ambulanza agli ospedali ‘Santa Maria delle Croci’ di Ravenna e ‘Umberto I’ di Lugo. A effettuare i rilievi gli agenti della Polizia Stradale. Sul posto l’elicottero di ‘Romagna Soccorso’, due ambulanze, il mezzo avanzato di soccorso con a bordo il medico rianimatore e i vigili del fuoco. Il tragico incidente si è verificato intorno alle 14.

Stando a una prima ricostruzione, pare che due auto (una ‘Kia Sportage’ e una ‘Fiat Punto’) fossero in colonnate al casello di Cotignola. Alle loro spalle è giunta un ‘Audi A3’ che, dopo avere urtato il new jersey che divide le corsie in un punto situato ad un centinaio di metri dal casello, è letteralmente piombata sulla ‘Punto’ non lasciando purtroppo scampo a due dei tre occupanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento