menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cgs nella bufera, cinque indagati: contestata la truffa ai danni dello Stato

Per gli inquirenti che in pochi mesi hanno ricostruito l'accaduto non sarebbero stati versati all'Inps circa 700mila euro di contributi. Inoltre i dipendenti in contratto di solidarietà ricevevano il compenso per le ore extra contratto con una voce di rimborso spese e quindi non scattava l'onere contributivo

Non basta l’indecisione sul futuro della Società consortile per la gestione dei servizi (Cgs) ora esplode una inchiesta - riportata da "Quotidiano del Sud"  su una truffa messa in atto dal 2008 al 2014. A finire nell’occhio del ciclone cinque persone (legali rappresentanti e liquidatori) che hanno ricevuto l’avviso di chiusura delle indagini preliminari e contestualmente una informazione di garanzia per truffa ai danni dello Stato.

Per gli inquirenti che in pochi mesi hanno ricostruito l’accaduto non sarebbero stati versati all’Inps circa 700mila euro di contributi. Inoltre i dipendenti in contratto di solidarietà ricevevano il compenso per le ore extra contratto con una voce di rimborso spese e quindi non scattava l’onere contributivo.  Tutte azioni non regolari. A condurre l’inchiesta per la Procura di Avellino Maria Luisa Buono. Ora hanno venti giorni di tempo i cinque indagati per presentare memorie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento