Cronaca

Inchiesta “Treni del gol”: Pulvirenti e Cosentino rinviati a giudizio

L'indagine è partita dal presunto tentativo del Calcio Catania di evitare la retrocessione dalla Serie B acquistando alcune partite, tra cui anche il match con l'Avellino

Il Gup Francesca Cercone ha accolto la richiesta della Procura. Tutte le persone coinvolte nell’inchiesta “I Treni del gol”, sono state rinviate a giudizio. L’indagine è partita dal presunto tentativo del Calcio Catania di evitare la retrocessione dalla Serie B acquistando alcune partite, tra cui anche il match con l’Avellino. 

Tra gli imputati spiccano l’ex presidente Nino Pulvirenti, l’ex ad Pablo Cosentino, l’ex Ds Daniele Delli Carri, l’ex agente di scommesse Giovanni Impellizzeri. Senza dimenticare, poi, i procuratori e faccendieri Fabrizio Milozzi, Fernando Arbotti e Piero Di Luzio.

Il 22 novembre è attesa la prima udienza. Gli imputati dovranno presentarsi dinanzi ai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Catania. Nel provvedimento, il Gup ha inserito Avellino-Catania tra i match “indagati. All’interno dell’ordinanza di custodia cautelare, invece, la suddetta partita non era presente.

Nel processo in auge si sono costituiti parte civile Figc, Lega Serie B, la società di scommesse SK365 Malta Limite e anche una trentina di tifosi del Catania. Il reato contestato, nella fattispecie, è di responsabilità amministrativa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta “Treni del gol”: Pulvirenti e Cosentino rinviati a giudizio

AvellinoToday è in caricamento