rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Conti del Teatro Gesualdo, in aula le discrasie tra il giornale di cassa e la stampa da software degli incassi

L’allora responsabile del servizio di biglietteria del teatro, difesa dall’avvocato Gerardo Di Martino, ha risposto alle domande del Pubblico Ministero

Nuova udienza presso il Tribunale di Avellino, dinanzi al Giudice Dott. Roberto Melone, per il processo a carico dell'allora responsabile della biglietteria del Teatro "Carlo Gesualdo", Monica Rosapane.

L’imputata, difesa dall’avvocato Gerardo Di Martino, è coinvolta nell’indagine della Procura di Avellino sulla gestione del teatro Gesualdo relativa al triennio che va dal 2013 al 2016, quando il Consiglio d’amministrazione era presieduto da Luca Cipriano.

Monica Rosapane, questa mattina,  era presente in aula e ha risposto alle domande del Pubblico Ministero. La donna ha affermato di aver ritrovato dei titoli annullati già oggetto di contestazione da parte degli inquirenti. A quanto riferisce in aula, questi biglietti erano all’interno di una scatola che, per motivi di sicurezza, fu messa da parte per sgomberare in fretta alcuni locali. La sua attività – aggiunge l'imputata – era di promuovere l’attività; attraverso preventivi e pubblicità. Tutto ciò che poteva portare persone per riempire il teatro. Successivamente concordava l’incontro per il ritiro dei biglietti che venivano regolarmente emessi. Rosapane, poi, ha affermato che il suo lavoro consisteva anche nel guadagnarsi la fiducia dei clienti e che, quindi, spesso i biglietti venivano emessi ma saldati soltanto in seguito.

Il Pubblico Ministero, in aula, ha palesato dubbi relativi ad alcune discrasie tra le somme presenti all'interno del riepilogo di cassa e la stampa da software degli incassi. Monica Rosapane ha giustificato questa incoerenza con le registrazioni che, di volta in volta, si alternavano tra cassa 1 e cassa 2. Quando arrivava il totale del sospeso provvedeva a effettuare la consegna. Una risposta che non ha convinto il Pubblico Ministero. 

Il prossimo appuntamento, adesso, è atteso l'8 febbraio 2023 per la discussione. 

Conti Teatro Gesualdo, l'inchiesta 

Il 20 maggio 2022 veniva deciso il destino giudiziario delle nove persone finite nell’inchiesta del sostituto procuratore, Teresa Venezia. Accusate, a vario titolo, di peculato, abuso d’ufficio e falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale. In quell'occasione, vi fu il non luogo a procedere per otto dei nove imputati, tra cui l’allora presidente del teatro e oggi consigliere comunale di Avellino, Luca Cipriano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conti del Teatro Gesualdo, in aula le discrasie tra il giornale di cassa e la stampa da software degli incassi

AvellinoToday è in caricamento