menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendio Pianodardine, si potrà tornare a consumare frutta e verdura

Questo è quanto emerso dal summit di questa mattina, tenutosi presso il Comune di Avellino

I Comuni di Avellino, Aiello del Sabato, Manocalzati, Montefredane e Montoro non attendono altro che di revocare le ordinanze emesse in via precauzionale all’indomani dell'incendio di Pianodardine che ha distrutto la fabbrica Ics. La prima ordinanza da revocare, senza ombra di dubbio, è quella in cui si vieta la raccolta e il consumo di frutta, verdura e uova, ma anche l’utilizzo dell’acqua prelevata dai pozzi o il divieto ai pascoli.

La decisione di revocare l'ordinanza

Questo è quanto emerso dal summit di questa mattina, tenutosi presso il Comune di Avellino e a cui hanno partecipato i sindaci dei comuni già elencati, insieme a quelli Atripalda, Contrada, Grottolella e San Potito Ultra. A quest'ultimi, poi, si sono aggiunti i vertici dell’Asl, dell’Arpac e dei rappresentanti di Ispra, Osservatorio sulla Sicurezza Alimentare e Università “Federico II”.

La revoca delle ordinanze è stata anticipata dal sindaco Festa: 

"Possiamo già annunciare la revoca dell’ordinanza che prevedeva tanti divieti su tutto il territorio coinvolto dall'incendio di Pianodardine". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento