menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendi infiniti a Montevergine e Montella: occorre fare qualcosa

Montevergine e il parco del Partenio sono flagellati quotidianamente dalle fiamme

Montevergine e il parco del Partenio sono flagellati quotidianamente dalle fiamme. Il deputato di Scelta Civica, Angelo D’Agostino, ha anche chiesto al vice ministro dell’Interno Filippo Bubbico l’invio di mezzi aerei (canadair) a supporto dei dispositivi già operanti. Uno era già in azione nella giornata di sabato per complessivi 47 lanci per un totale di 235mila litri di acqua. Per gli elicotteri altri 180 lanci per circa 144mila litri d’acqua.

Sdegno e rabbia la fanno da padrone e, via social, è iniziata una raccolta firme indirizzata al governatore Vincenzo De Luca:

“Gli incendi in Campania, e in tutto il centro-sud Italia, quest’estate sono stati devastanti. Le ragioni sono note, ma non sono state adottate le misure preventive e di contrasto adeguate. Il popolo guarda Montevergine che brucia, uno dei patrimoni boschivi più importanti, oltre che il simbolo e la meta di pellegrinaggi religiosi. La montagna va protetta, chiediamo misure di tutela forti: presidi di forze dell’ordine, telecamere di sorveglianza e se necessario uno stringente controllo di tutti coloro che accedono al monte. Basta incendi!”.

Situazione estremamente complicata in Alta Irpinia. Gli incendi continuano a divorare i boschi dei monti Picentini nel Comune di Montella. Rimane chiusa, infine, la SS164 dalla località “varo della spina” fino all’incrocio Bagnoli Irpino – Acerno a causa della caduta massi in seguito al terribile incendio in atto da “Costa Felettosa” a “Costa Puoio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Atripalda, ritrovate strutture murarie di epoca romana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento