rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Baiano

Le Iene in Irpinia per il caso dell'autista eroe

Negli anni Ottanta subì un attentato di camorra

Le iene sono tornate in Irpinia per trattare il caso di Stefano Montuori, eroico autista residente a Baiano, che lo Stato non ha voluto riconoscere come vittima di mafia.  

I fatti risalgono agli anni 80 quando il giudice Gagliardi e il suo autista, Stefano Montuori appunto, erano diretti ad Avellino quando l’auto blindata venne speronata da tre veicoli. L’auto finì fuori strada, precipitando nei terreni circostanti. Il commando di fuoco, composto da una decina di killer, circondata l’auto, sparò un centinaio di colpi di mitra sulla vettura, riuscendo a praticare un foro nei vetri antiproiettile. Ma giudice e autista, seppur gravemente feriti, riuscirono miracolosamente a salvarsi.

La storia è incredibile, poichè Montuori, in tutti questi anni, non ha ancora ottenuto nessun tipo di risarcimento, né gli è stato riconosciuto lo status di “vittima della criminalità organizzata”. Montuori combatte da trentacinque anni ed ha anche vinto un ricorso al Tar quando si è visto negare il suddetto riconoscimento nonché lo status di ”vittima della criminalità”. Il Ministero degli Interni continua ad ottenere rinvii facendo appello al Consiglio di Stato, dal quale, adesso, si è in attesa di una sentenza definitiva.

Ecco il servizio delle Iene:

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Iene in Irpinia per il caso dell'autista eroe

AvellinoToday è in caricamento