menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rigettata la richiesta del legale, l'ex sindaco Giuseppe Corcione rimane in carcere

L’uomo è stato travolto dall'inchiesta sui presunti rapporti tra camorra e pubblica amministrazione

L'ex sindaco di Pago Vallo Lauro, Giuseppe Corcione, rimane in carcere. L’uomo è stato travolto dall'inchiesta sui presunti rapporti tra camorra e pubblica amministrazione. Rigettata, quindi, la richiesta dell'avvocato difensore di concedere i domiciliari. L'accusa è di tentata concussione. Nello specifico, sono stati acquisiti concreti elementi in merito ai reati di abuso d’ufficio, concussione, estorsione, il tutto aggravato dall’utilizzo del metodo mafioso. Fondamentali si sono rivelate le intercettazioni ambientali nell’ufficio del sindaco e nell’ufficio tecnico. Quest’ultime hanno permesso di registrare quasi in simultanea la realizzazione dei gravi reati contestati.

Revocata, invece, la misura cautelare ai domiciliari a Scafuro Antonio e Luigi, fratelli e dipendenti tecnici comunali. Revocati i provvedimenti anche per Antonio Rega, un tecnico convenzionato del comune e per Raffaele Scibelli implicato in una vicenda concernente il taglio boschivo.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento