menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Gadit fa chiarezza e si dissocia da associazione non riconosciute

"Vogliamo far chiarezza sulle varie domande che ci vengono poste su l'argomento delle Guardie Ambientali e le varie Associazioni"

Dopo numerose segnalazioni, giunte a questa Associazione di Volontariato viene doveroso: far chiarezza alle varie domande che ci vengono poste su l'argomento delle Guardie Ambientali e le varie Associazioni.

Le Associazioni che hanno una vera e propria identità associativa che rivolge lo sguardo al fine ideologico e no al lucro, quindi possiedono un regime onlus, non vanno presso le attività commerciali, o si presentano davanti alle case delle persone a chiedere questue o a vendere corsi non riconosciuti da nessuno, privi di ogni valenza. Si invita tutti a verificare chi si pone dinnanzi con tale pretese e notiziare subito le forze dell'ordine per farli identificare e capire se fanno parte di un Associazione riconosciuta o sono tutt'altro.

Le Associazioni iscritte nel registro Regionale del Volontariato possono stipulare convenzioni con Enti pubblici secondo la legge 266/91 ,ma sempre chiedendo solo il rimborso spese sostenuto dai propri volontari . Gli altri che vanno a contattare Sindaci o Assessori di piccole realtà illustrando attività particolari ( non contemplate in nessun codice) e chiedendo la stipula di stravaganti convenzioni, di certo non fanno parte di Associazioni serie e riconosciute, il principio del volontariato e prestare il proprio tempo libero per un fine che ha un valore sociale e non inventarsi un lavoro per un compenso.

E doveroso da parte delle Giunte Comunali, e Sindaci, o chi per loro, controllare l'autenticità della stesse Associazioni, che vogliano stipulare convenzioni con tali enti. Sono tenuti a verificare se gli stessi adempiano a pieno alle norme dettate dalla legge quadro del Volontariato la 266/91, le divise che usano o si presentano siano autorizzate dalla locale Prefettura, se per le Guardie Ecozoofile siano in possesso del decreto Prefettizio di GPGV (Guardia Particolare Giurata Volontaria) . Decreto che cmq prevede l'assenza di pregiudizi di polizia .

Per effettuare questi adempimenti da parte di Associazioni che operano solo per spirito di volontariato ci vogliono diversi mesi, dalla stessa istituzione della neo Associazione come primo passo si deve redale un atto costitutivo, e dopo creare uno statuto, regole a cui si deve attenere la stessa associazione, dove deve essere riportati dei principi fondamentali e cioe: l'assenza di scopi di lucro, il principio di libera eleggibilità ,e dopo registrare l'atto presso i locali uffici dell' Agenzia delle Entrate per il codice fiscale, per poi passare al book fotografico delle divise da far approvare e registrare dalla locale Prefettura dopo l'invio e l'assenso positivo dello stesso da parte del Comando Militare di appartenenza per Regione , per poi da parte di Associazioni che operano con Guardie Giurate il regolamento delle stesse Guardie che va depositato in Questura e autorizzato dal Questore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento