menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano rame nell'Ospedale dismesso di viale Italia: arrestati

Gli uomini della volante, giunti immediatamente sul posto, constatavano l'effettiva presenza dei due giovani che trasportavano due buste chiuse contenenti la refurtiva e a fatica cercavano di raggiungere un ciclomotore

Arrestati in flagranza di reato due giovani rispettivamente di 18 e 20 anni della provincia di Avellino per furto aggravato di rame all'interno dell'ex Ospedale Moscati di viale Italia ad Avellino.

Gli uomini della volante, diretti dal Vice Questore Agg.to Elio Iannuzzi, giunti immediatamente sul posto, constatavano l’effettiva presenza dei due giovani che trasportavano due buste chiuse contenenti la refurtiva e a fatica cercavano di raggiungere un ciclomotore, ivi parcheggiato ma venivano prontamente bloccati. Da accertamenti esperiti dai poliziotti si evinceva che il rame contenuto nelle buste era stato asportato all’interno dell’ex Ospedale Moscati, e più precisamente dalla Sala Radiologia, utilizzando un taglierino, anch’esso ritrovato nelle buste contenenti la refurtiva. La stessa prontamente sequestrata era costituita, oltre ai fili di rame, anche da rubinetteria con presenza di elementi di ottone ed era stata asportata nelle sale attigue alla Radiologia.

I giovani, che da un approfondimento investigativo risultavano gravati da precedenti penali e pregiudizi di polizia, in massima parte specifici per il reato contestato, non riuscivano altresì fornire elementi sulla disponibilità del ciclomotore, utilizzato per commettere fatti illeciti, che pertanto veniva prontamente sequestrato. Successivamente i due pregiudicati venivano accompagnati negli Uffici di via Palatucci, in attesa del rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna presso il Tribunale di Avellino,

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento