rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Sant'Angelo all'Esca

L'ultimo saluto a Nicola Penta, il sindaco della gente di Sant'Angelo all'Esca

Tanta gente ai funerali, il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio ha inviato un messaggio ai familiari

Folla e commozione ai funerali del sindaco di Sant'Angelo all'Esca, Nicola Penta, stroncato all'improvviso da un infarto. Gremita la chiesa di San Michele Arcangelo. Tanti i primi cittadini presenti e i rappresentanti del mondo politico che si sono stretti alla comunità di Sant'Angelo all'Esca a rendere omaggio al suo sindaco Nicola Penta, morto per un infarto mentre era alla guida della sua auto. Folta delegazione anche dalla Calabria, dove Nicola Penta lavorava nell'Ufficio scolastico provinciale di Cosenza.

Il Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, dopo aver appreso la notizia della morte di Nicola Penta ha inviato una lettera ai familiari: “Incontrai l’avvocato Penta –scrive Oliverio- nel corso del mio secondo mandato alla guida della Provincia di Cosenza ed ebbi modo di apprezzarne le grandi doti di umanità, grande professionalità e cultura. Della sua disponibilità e dal suo amore profondo per il mondo della scuola cosentina ho un ricordo indelebile. Nicola era un uomo pacato e perbene ed un dirigente esemplare, sempre pronto a dare consigli, sempre disponibile ad affrontare e risolvere i problemi della scuola. Particolarmente sensibile ai problemi delle comunità più periferiche, fece ogni sforzo, assieme a noi, per garantire ad esse sempre la presenza dell’istituzione scolastica”.

“Tutto ciò -conclude il governatore della Calabria- unito al forte senso dello Stato e al grande rispetto per le istituzioni locali con cui dialogò incessantemente, mostrando sempre grande apertura ed intelligenza, hanno fatto di lui una persona speciale, da non dimenticare mai.

Alla moglie e ai due figli esprimo la mia vicinanza e le mie condoglianze vivissime”. Anche la società Irpiniambiente, con il direttore generale, Felicio De Luca, ha espresso dolore e cordoglio per la morte improvvisa del sindaco. Il direttore De Luca ha ricordato la proficua collaborazione che ha caratterizzato il rapporto con il primo cittadino del comune irpino, sottolineando il senso di responsabilità e l’opera prestata sempre nel rispetto e nell’interesse dei cittadini che rappresentava.

La folla lo ha salutato con un lungo applauso all'uscita dalla Chiesa di San Michele e davanti al Municipio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo saluto a Nicola Penta, il sindaco della gente di Sant'Angelo all'Esca

AvellinoToday è in caricamento