rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Cronaca

L'ultimo addio a Costantino e Alessandra Mazza: un commiato al cuore spezzato

Questa mattina si sono svolti i funerali di Costantino e Alessandra Mazza, padre e figlia, accomunati da un destino di tragica tristezza: "Siamo stati abbandonati dalle istituzioni"

Nell'atmosfera solenne e quieta della Chiesa di San Ciro in Viale Italia, si respirava un sentimento di profondo dolore e commozione durante i funerali di Costantino e Alessandra Mazza, padre e figlia, accomunati da un destino di tragica tristezza. Le loro esistenze hanno trovato oggi un punto di congiunzione, mentre i cuori spezzati degli amici e dei familiari si sono uniti nel dolore per una perdita così incommensurabile. Costantino e Alessandra sono stati accompagnati alla loro sepoltura, ma i loro ricordi continueranno a danzare tra i pensieri di coloro che li hanno conosciuti e amati. I feretri sono giunti davanti alla chiesa intorno alle 10.20: la salma di Alessandra è arrivata all'interno di una bara bianca, quella di Costantino in una bara di legno di colore scuro. “Abbiamo deciso di richiamare l'attenzione della comunità per denunciare che siamo stati abbandonati dalle istituzioni”, sono state le parole di Giovanni Mazza, figlio e fratello che, in pochi minuti, ha perso il padre e la sorella nella tragedia di Bosco dei Preti. 

L'ultimo addio a Costantino e Alessandra Mazza: un commiato al cuore spezzato

Ricordi eterei: custodi del passato ma che diventeranno guida per il futuro

Il viaggio di Costantino e Alessandra verso la quiete eterna è stato preceduto da giorni di angoscia e tormento, segnati dagli accertamenti autoptici richiesti dalla Procura della Repubblica di Avellino. Oggi, finalmente, le loro salme riposano tra le braccia amorevoli dei loro congiunti. Tra coloro che portano il peso più grande di questo commiato c'è la signora Maria Petrone, moglie devota di Costantino e madre amorevole di Alessandra. Accanto a lei, Giovanni, l'altro figlio e fratello di Alessandra, sostiene il peso di una perdita insopportabile, trovando conforto negli abbracci dei suoi cari e nei ricordi di tempi migliori.

Dal dramma di Contrada Bosco dei Preti, un vuoto che nessuno potrà mai colmare

Ma nell'abisso del dolore, una famiglia si stringe, unendo i ricordi di giorni felici e di momenti condivisi. Nell'abitazione della famiglia Mazza, a Contrada Bosco dei Preti, il dramma si è consumato nel dolore più profondo, con un tragico epilogo che ha sconvolto non solo il capoluogo, ma l'intera Irpinia. Oggi, mentre diciamo addio a due anime che hanno illuminato le nostre vite con la loro presenza, ci impegniamo a custodire i loro ricordi nel santuario dei nostri cuori. Che la luce della loro memoria possa brillare per sempre, guidandoci nei momenti bui e confortandoci nella tristezza. Costantino e Alessandra, con il vostro passaggio, avete lasciato un vuoto che nessuno potrà mai colmare. Che il vostro viaggio verso la pace sia dolce e che possiate riposare nell'abbraccio eterno dell'amore. Che il ricordo di voi due possa vivere nei nostri cuori, eterno e immutabile, come una stella nel cielo notturno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo addio a Costantino e Alessandra Mazza: un commiato al cuore spezzato

AvellinoToday è in caricamento