rotate-mobile
Cronaca Serino

In fuga dai Carabinieri da Atripalda a Serino: assolti perché il fatto non sussiste

La vicenda risale al 27 maggio dello scorso anno: "Infondato l'assunto accusatorio e nessun elemento certo in ordine alla identità del conducente della Fiat 500 Abarth e del passeggero"

V.G., classe 1994, di Atripalda e S.R., classe 1995, di Serino, sono stati ieri assolti dal Giudice Monocratico del Tribunale di Avellino, Dott. Lucio Galeota, per non aver commesso il fatto.

La vicenda risale al 27 Maggio 2021 allorquando i due, a bordo di una Fiat 500 Abarth, avvedutisi della presenza dei Carabinieri nel transitare in via Cesinali del Comune di Atripalda dapprima iniziavano ad accellerare la marcia poi alla vista dei lampeggianti e dei dispositivi sonori attiviati dalla pattuglia al fine di farli accostare per un controllo di P.G., si davano ad una rocambolesca fuga, innescando un pericoloso inseguimento per le strade cittadine di Atripalda ad alta velocità, compiendo una serie di manovre pericolose e vietate, continuate nel Comune di Santa Lucia di Serino, ove venivano visti transitare da personale della Stazione Carabinieri di Serino che, nell'occasione, riconosceva uno dei due imputati alla guida.

I due, nonostante l'inesguimento da partedi più pattuglie dei Carabinieri, riuscivano comunque a far perdere le proprie tracce.

"Infondato l'assunto accusatorio e nessun elemento certo in ordine alla identità del conducente della Fiat 500 Abarth e del passeggero".

Queste le argomentazioni sostenute dal difensore di V.G., i'Avvocato Rolando Iorio che, coadiuvato in aula dagli avvocati Rosanna Mazzeo e Giacomo Sorrentino, hanno convinto il Tribunale di Avellino a mandare assolti i due imputati per non aver commesso il fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fuga dai Carabinieri da Atripalda a Serino: assolti perché il fatto non sussiste

AvellinoToday è in caricamento