rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Mercogliano

Fiaccolata per Roberto, Mercogliano si affida alla preghiera: "Lotta e non mollare mai"

Candele accese, preghiere e speranze per il ventenne brutalmente aggredito la mattina di Capodanno

Mercogliano accende le luci della speranza affinché Roberto torni presto a stare bene. Nel pomeriggio di oggi gli amici, i parenti e tantissime altre persone hanno partecipato alla fiaccolata per le strade della cittadina ai piedi del monte Partenio. Hanno voluto stringersi al dolore nel quale l'intera comunità è sprofondata dalla mattina di Capodanno. Roberto Bembo, da allora, è ricoverato all'ospedale Moscati di Avellino, dopo la brutale aggressione di cui è stato vittima e che ha appeso la sua vita ad un filo. Ma non si smette si sperare e di pregare per il ventenne, impegnato nel servizio civile per il comune di Mercogliano. Alla fiaccolata, collegati in videochiamata, hanno partecipato anche i genitori di Roberto Bembo. 

Fiaccolata per Roberto, Mercogliano si affida alla preghiera

D'Alessio: "Quello che è accaduto ha lasciato un segno nei nostri giovani"

Ed è proprio il sindaco Vittorio D'Alessio a ricordare il suo impegno: "Questa è la classica solidarietà che Mercogliano dimostra sempre in questi momenti. Siamo una comunità e lo dimostriamo in questi momenti difficili, perché è proprio nelle difficoltà che una comunità si unisce e si stringe intorno a questi valori che abbiamo e che stiamo dimostrando in questo momento difficile per Roberto. Io sono in contatto costante con la famiglia - sono tutti i giorni in ospedale e cerco di dare conforto ai genitori. La situazione è drammatica e dobbiamo affidarci solo a un miracolo della madonna, a cui abbiamo affidato Roberto qualche giorno fa, durante un pellegrinaggio a Montevergine. Abbiamo deposto una sua fotografia ai piedi della madonna. Solo un miracolo può farlo uscire da queste condizioni critiche in cui versa. Quello che è accaduto ha lasciato un segno nei nostri giovani; anche se continuo a ribadire che bisogna buttare le chiavi per questi delinquenti, perché non sono altro che dei delinquenti, quindi dobbiamo farli stare nelle patrie galere per tutta la vita". 

Don Vitaliano: "La cosa peggiore è il desiderio di vendetta"

Alla fiaccolata non poteva mancare il parroco di Mercogliano, don Vitaliano Della Sala: "Sono state dette tante cose ma, senza ombra di dubbio, il messaggio più forte è stato proprio quello dei giovani. Questa fiaccolata è soprattutto per loro. Con la violenza non si costruisce niente. Dobbiamo uscire da questa spirale di violenza. Una volta era solo Capocastello, ora è tutta la provincia di Avellino. Speriamo che i nostri giovani capiscano e cambino rotta. La cosa peggiore che può succedere in questo momento è il desiderio di vendetta. Siamo uomini e donne del 2023 e gli uomini delle caverne si rivolgevano alla vendetta. Siamo Purtroppo, con la sete di vendetta, si costruisce una società disumana". 

Festa: "Con la violenza non si risolvono i problemi"

Alla fiaccolata era presente anche il sindaco di Avellino, Gianluca Festa. Il primo cittadino è giunto per dare un messaggio di solidarietà alla comunità mercoglianese, ma anche per affermare con forza che, con la violenza, non si risolvono i problemi:  "Forza Roberto, non mollare. La città di Avellino è al fianco della famiglia e della comunitá. Tutti uniti, nel silenzio e nella preghiera continuiamo ad aspettare.Questo è un momento di preghiera, di vicinanza alla famiglia a Roberto. Poi ci sarà il momento per poter lanciare gli altri messaggi e per tutto quello che ne consegue. Questo è il momento della comunità ed è un momento che noi vogliamo osservare anche in silenzio, per certi versi, con grande rispetto per il dolore che stanno provando i genitori e per la lotta che sta facendo Roberto. Quindi ci auguriamo che tutto vada per il meglio". 

Centinaia di persone, bambini e anziani – non soltanto gli amici di Roberto - hanno partecipato alla fiaccolata giunta fino alla chiesa dell’Annunziata e San Guglielmo. Un messaggio universale che la comunità di Mercogliano ha voluto lanciare. Una comunità che ha deciso di rispondere con forza alla violenza. Un messaggio di pace e solidarietà, di preghiera e vicinanza.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiaccolata per Roberto, Mercogliano si affida alla preghiera: "Lotta e non mollare mai"

AvellinoToday è in caricamento