rotate-mobile
Cronaca

Festa contro Ciarcia: la Procura vuole vederci chiaro sulle accuse del sindaco di Avellino

Adesso, il primo cittadino potrebbe essere convocato nei prossimi giorni a piazza D’Armi

La Procura apre un'inchiesta su quanto detto nel corso della consueta diretta Facebook del lunedì da parte del sindaco di Avellino, Gianluca Festa. Il Procuratore Capo, Vincenzo D'Onofrio, vuole vederci chiaro su quanto affermato dal primo cittadino relativamente a un presunto voto di scambio che vede protagonista Michelangelo Ciarcia, Amministratore Unico di Alto Calore e candidato alle ultime elezioni regionali nelle file del Partito Democratico. 

Le accuse di Gianluca Festa

Per Gianluca Festa, l'assunzione dei tirocinanti e i contratti di lavoro, soprattuto nel periodo delle votazioni, è una pratica molto più che sospetta. Ma non solo, sempre stando a quanto afferma il sindaco di Avellino, Michelangelo Ciarcia avrebbe fatto entrare il proprio furgone all'interno della società facendo distribuire materiale elettorale e sfruttando, quindi, il proprio ruolo istituzionale. Adesso, il sindaco potrebbe essere convocato nei prossimi giorni a piazza D’Armi. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa contro Ciarcia: la Procura vuole vederci chiaro sulle accuse del sindaco di Avellino

AvellinoToday è in caricamento