Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Ferita a colpi di pistola dall'ex: "Ho ancora paura, non credo sia finita!"

E’ stata dimessa in tarda mattinata dall’ospedale Moscati la 48 enne di Sperone ferita con due colpi di arma da fuoco

Michela Prencipe, la donna di 48 anni di Sperone ferita da due colpi di arma da fuoco sulla statale tra Sperone e Avella, è stata dimessa in tarda mattinata dall'ospedale Moscati. L'aggressore è il suo ex di 41 anni, Pellegrino Crisci, con precedenti penali, residente anch'egli a Sperone. Nonostante il fatto che l'ex sia attualmente sotto fermo, la donna si sente ancora scossa e ha dichiarato ai microfoni di Telenostra di provare ancora paura. Ha anche sottolineato che le cose avrebbero potuto andare molto peggio: ”Ho ancora paura, perchè non credo sia finita. Sarebbe potuta andare peggio, se in auto ci fosse stato mio figlio. Nonostante le denunce nessuno è intervenuto”.

La donna aveva già denunciato il 41enne per stalking in passato, ed egli era agli arresti domiciliari a causa di una condanna a 4 anni di reclusione per maltrattamenti. L'uomo ha aspettato che la donna salisse in auto e ha iniziato a sparare contro di lei con una pistola a Mugnano del Cardinale. La donna è riuscita a fuggire lungo via Nazionale, mentre l'aggressore continuava a sparare ripetutamente contro l'automobile. Nonostante le sue ferite, la donna di 49 anni è riuscita a raggiungere Avella, precisamente in via Santa Croce, dove è scesa dall'auto ferita e ha chiesto aiuto, lasciando dietro di sé una scia di sangue.

I Carabinieri hanno avviato un lungo inseguimento e alla fine hanno arrestato l'uomo. Durante il conflitto a fuoco con le forze dell'ordine, l'aggressore è rimasto ferito, così come la sua ex compagna di 48 anni. Per fortuna, le ferite riportate dalla donna sono di lieve entità e riguardano il braccio sinistro. Al momento, l'uomo di 41 anni rimane sotto custodia in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferita a colpi di pistola dall'ex: "Ho ancora paura, non credo sia finita!"
AvellinoToday è in caricamento