menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fase 3, De Luca: "Ecco le misure che metteremo in campo per il ritorno alla normalità"

Tamponi per il personale universitario, riapertura di sale bingo e scommesse, discoteche e sale da ballo e avvio del lavoro per i 2.500 vincitori del concorso

Si avvicina sempre di più la fase 3 e, con essa, il progressivo ritorno alla normalità. Nel corso della videoconferenza odierna, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha descritto le prossime misure che verranno adottate con l'inizio della nuova fase, volte soprattutto al contenimento del contagio da coronavirus, nonché al rilancio economico delle imprese e delle attività commerciali presenti su tutto il territorio campano.

Tamponi di massa per i docenti e vaccinazione di massa: "Orgogliosi di fare questo lavoro"

De Luca ha ribadito la prosecuzione dei lavori a tappeto per i controlli sanitari: "Stiamo completando, oggi, i tamponi a migliaia di docenti che fanno parte delle commissioni di esami per la maturità. Siamo orgogliosi di aver fatto questo lavoro per dare tranquillità ai docenti, alle scuole e alle famiglie. Predisporremo tali misure anche per il personale universitario, per far sì che il prossimo anno accademico possa aprirsi in totale sicurezza".

Il Governatore ha assicurato, inoltre, un ruolo di primo piano per la vaccinazione di massa: "La Regione Campania ha già effettuato la gara per acquistare centinaia di migliaia di vaccini. Dovremmo effettuare questo step con grande attenzione, soprattutto per i bambini. I sintomi dell'influenza sono quasi gli stessi del Covid-19: dobbiamo essere in grado di distinguere le due patologie ed effettuare anche una ripetizione dei tamponi molecolari, visti e considerati i casi di ripositivizzazione che si sono verificati durante la pandemia".

Fase 3 in Campania: "Riapriranno anche discoteche e sale da ballo, ma con passi responsabili"

Sulle prossime riaperture, in occasione della Fase 3, De Luca precisa: "Nella nostra regione, riapriranno sale bingo e sale scommesse, per le quali vanno mantenute le dovute regole. Ripartiranno anche discoteche e sale da ballo, facendo però passi responsabili. Consentiremo spettacoli all'aperto con anche più di 1.000 spettatori e, per i luoghi chiusi, adotteremo qualche misura in più. In teatri di dimensioni completamente diverse, appare inopportuno mantenere la capienza massima di 200 posti".

Continuano le erogazioni dei bonus, spettanti a imprese e ai professionisti dei vari settori: "Abbiamo, finora, predisposto pagamenti per 55.000 professionisti con fatturato inferiore a 35.000 euro. Per le piccole imprese, abbiamo completato i pagamenti per 110.000 attività, rimangono i pagamenti da erogare per altre 3.000 imprese. Abbiamo completato quasi tutto. Da lunedì prossimo, partirà il terzo blocco di 25.000 bonus".

Novità, inoltre, per quanto riguarda i 2.500 giovani che hanno vinto il concorso della Regione Campania: "Martedì, abbiamo un incontro con i sindaci e con gli enti che hanno sottoscritto il contratto per il lavoro, dove andranno a confluire i 2.500 vincitori del concorso. Un anno di formazione professionale, pagato dalla Regione Campania, al quale seguirà la stabilizzazione del posto di lavoro. Un vero miracolo, cambierà la loro vita e quella delle loro famiglie".

Secondo De Luca: "L'ammontare complessivo delle spese destinate alla Regione per intervenire in questa fase arriva a circa 1 miliardo di euro: lo abbiamo fatto per famiglie, giovani e pensionati",

Elezioni regionali, De Luca: "Il Governo impedisce il diritto di voto, unica attività sicura dal punto di vista sanitario"

Il Presidente, ancora, una volta, spende parole al veleno per il Governo nazionale: "Da Roma, ci arriva un quadro di grande confusione, che ci convince ancor di più della necessità di prepararci a risolvere i nostri problemi nel nostro territorio. Si stanno preparando gli Stati generali sull'economia, che da quel che leggiamo sui giornali, dureranno 10 giorni. Ora, ci toglieremo tutti i dubbi sulla possibilità di sburocratizzare tutto: dopo questo 'Consiglio di Nicea', riceveremo tanta semplificazione del nostro Paese".

Sulla questione delle Regionali, De Luca incalza ancora una volta il Governo: "Siamo di fronte alla più totale irresponsabilità. In qualunque altro Paese civile, accadrebbe la rivolta. Lo Stato di emergenza è stato cambiato 100 volte: si aprono le palestre, i mercati, i campi da calcio, le discoteche e le spiagge. L'unica cosa che avrebbe dato garanzia da un punto di vista sanitario, ossia il diritto di voto, lo hanno impedito: si entra uno alla volta nella cabina elettorale, e sono riusciti a impedire questo. Il Movimento 5 Stelle, la Lega, Forza Italia e Fratelli D'Italia sono contrari allo svolgimento delle elezioni a luglio. Andremo, pertanto, a votare a settembre, in un mese in cui dovremmo essere concentrati sull'apertura dell'anno scolastico e sulla vaccinazione. Ci prepariamo a questa vergogna istituzionale, senza che nessuno dia una motivazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento