menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz in farmacia nella valle del Calore: trovati medicinali senza fustelle

Alla luce delle evidenze emerse, per la titolare della farmacia scattava la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, ritenuta responsabile del reato di truffa aggravata ai danni della sanità pubblica

Rinvenute ben 140 confezioni di farmaci in corso di validità, prive delle “fustelle” e senza la necessaria prescrizione medica per i quali era stato richiesto il rimborso al competente Servizio Sanitario Nazionale.

Di conseguenza i farmaci “defustellati” venivano sottoposti a sequestro da parte dei militari operanti per ulteriori accertamenti, finalizzati a risalire alla provenienza e la destinazione degli stessi. 

Alla luce delle evidenze emerse, per la titolare della farmacia scattava la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, ritenuta responsabile del reato di truffa aggravata ai danni della sanità pubblica, attraverso l’illecita asportazione dalle confezioni di farmaci rimborsabili dal Servizio Sanitario Nazionale e mai dispensati alla clientela, delle cosiddette “fustelle” che verosimilmente sarebbero state apposte su prescrizioni mediche e presentate alla competente Asl per il rimborso: per guadagnare due volte sullo stesso medicinale, il farmacista deve staccare la fustella, cioè il cartellino identificativo del prodotto, incollarlo sulla ricetta e chiedere il rimborso allo Stato. E poi rivendere lo stesso farmaco, senza ricetta o con una ricetta fasulla, a un altro cliente.

Sono in corso ulteriori indagini volte a verificare eventuali responsabilità da parte di terze persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento