menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinnovo patenti di guida con false attestazioni: autoscuole irpine coinvolte nello scandalo

 A insospettire la polizia gli accessi da vari punti di Italia, tutti nello stesso giorno. Centinaia le patenti rilasciate con il sistema smascherato dagli inquirenti. Spesso i dati venivano anche mandati senza fare le visite

Nell'operazione Password condotta dalla polizia stradale di Vercelli e coordinata dalla procura di Novara finiscono tra gli indagati anche titolari di autoscuole in provincia di Avellino. Le pratiche per il rilascio delle patenti, spesso senza che nemmeno fossero state effettuate le visite mediche sono finite sotto la lente di ingrandimento. A fare le visite non si presentavano nemmeno loro ma dei complici e amici compiacenti che, con guanti e camice, provavano polso e pressione per certificare che la visita fosse andata a buon fine. Poi sfruttando medici compiacenti  che avevano dato le loro password di accesso ai portali per le certificazioni l'iter veniva concluso.

False certificazioni mediche per i rinnovi delle patenti di guida. Sono queste le accuse che hanno portato in manette 2 medici, ufficiali dell'esercito italiani, uno di Novara e l'altro di Milano, che si sono prestati a questo sistema. Per tutti l'accusa è di falso ideologico in atto pubblico.

 A insospettire la polizia gli accessi da vari punti di Italia, tutti nello stesso giorno. Centinaia le patenti rilasciate con il sistema smascherato dagli inquirenti. Spesso i dati venivano anche mandati senza fare le visite, bastava un messaggio whastapp: 500 i casi accertati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento