Estorsione agli imprenditori, i fratelli Graziano tornano in libertà

Questa è la decisione del Tribunale del Riesame di Napoli

I fratelli Fiore e Salvatore Graziano sono stati scarcerati. I due affiliati all’omonimo clan sono stati arrestati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli nel corso di una inchiesta che ha portato alla luce un giro di estorsione ai danni di imprenditori.

Il Tribunale del Riesame ha così accolto le richieste degli avvocati Raffaele e Isidoro Bizzarro, ritirando le misure cautelari a cui i fratelli Graziano erano sottoposti 

Il piano criminale del clan Graziano 

Grazie alle intercettazioni, gli inquirenti sono riusciti a portare alla luce un giro di estorsioni ai danni di imprese operanti nel settore delle pompe funebri; ma anche a scoprire che il clan Graziano stava preparando un piano per uccidere Salvatore Cava e la moglie, il figlio di Biagio Cava, morto nel 2017 dopo 10 anni di reclusione al 41bis. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

  • Schianto tremendo, due morti e un ferito grave

  • Riapre Marennà: ecco chi è il nuovo chef del ristorante dei Feudi di San Gregorio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento