Crisi idrica, Aliberti (Noi Campani): "Basta rubinetti a secco"

Il candidato alle regionali si esprime sui numerosi disservizi idrici

Bruno Aliberti, candidato al Consiglio regionale per la lista Noi con Mastella, interviene sulle continue interruzioni dell’acqua, verificatesi negli ultimi giorni su tutto il territorio provinciale. “Vi sembra normale che una provincia che porta acqua alle altre Regioni, ne resta senza? È assurdo pensare che un barbiere, a causa delle continue interruzioni, debba tenere per due giorni la saracinesca chiusa.”

Per il medico di Montoro, occorre rivedere gli acquedotti in modo capillare e dettagliato. “Non serve perdere altro tempo. Le condotte sono un colabrodo. Altrimenti, pur avendo un patrimonio dal valore inestimabile, rischiamo di perderlo, senza far nulla. Questo ovviamente non significa che bisogna fare gli interventi solo durante i giorni più caldi dell’anno. Serve piuttosto una pianificazione seria e comunicata con largo preavviso, in modo da creare il minor danno possibile ai cittadini. I bar, le lavanderie, i lavaggi non possono trovarsi, nel giro di 24 ore, a secco. Così si ferma un’economia, già martoriata dall’emergenza Coronavirus. Mi appello, quindi, alla autorità preposte affinchè risolvano il problema delle perdite, ma allo stesso tempo tengano conto delle istanze di tanti lavoratori che senza acqua non possono portare il pane a casa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida Michelin, tra vecchie e nuove stelle ecco i migliori ristoranti campani

  • Coronavirus, in Campania Rt scende sotto 1: verso la fine della zona rossa

  • In Campania è stato raggiunto il picco dei contagi

  • Coronavirus in Irpinia, sono 194 i positivi di oggi: altri 38 ad Avellino

  • Rinasce il Mercatone, inaugura il supermercato: maxi parcheggio e aree verdi

  • Fabrizio Corona rompe il silenzio sul matrimonio: la presunta moglie è avellinese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento