menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elettrodotto Terna resterà sotto sequestro

Apprendo con soddisfazione - dichiara Carlo Sibilia- che l'elettrodotto, così tanto contestato dai Comitati civici e dalle associazioni irpine, oggetto di un mio interessamento con un'interrogazione rivolta al Ministero competente

In merito alla notizia diffusasi oggi secondo cui i giudici del Riesame avrebbero respinto il ricorso presentato da Terna SpA relativamente all’elettrodotto denominato Goleto-Castelnuovo di Conza posto sotto sequestro interviene il deputato del Movimento 5 Stelle Carlo Sibilia.

“Apprendo con soddisfazione - dichiara il portavoce avellinese - che l’elettrodotto, così tanto contestato dai Comitati civici e dalle associazioni irpine, oggetto di un mio interessamento con un’interrogazione rivolta al Ministero competente, rimarrà sotto sequestro per sospette violazioni delle norme ambientali e paesaggistiche”. “Della vicenda - continua il parlamentare 5 Stelle - ce ne stiamo occupando da più di un anno dopo aver raccolto le sollecitazioni dei Comitati civici, che, tra l’altro, avevano già inviato diverse denunce alla Procura della Repubblica di Avellino”.

 “Nell’interrogazione a risposta scritta indirizzata al Ministro dell’Ambiente nell'aprile del 2014 evidenziavamo alcuni aspetti poco chiari come l’assenza delle autorizzazioni e dei pareri previsti in materia paesaggistica, motivo principale per il quale la Procura di Avellino ha messo, lo scorso novembre, i sigilli ai 58 tralicci alti più di 30 metri. Sono consapevole - aggiunge Sibilia - che la battaglia giudiziaria è solo all’inizio, visti i rilevanti investimenti economici fatti dalla multinazionale Ferrero SpA per realizzare un’opera che da S. Angelo dei Lombardi arriva fino a Castelnuovo di Conza per un totale di 18 km di tracciato, ma questa nuova vittoria significa che il cittadino informato costituitosi in una qualsiasi forma organizzata può vincere anche contro i colossi economici”. “Visti i continui assalti al nostro territorio che vanno dal raddoppio della Pavoncelli bis agli accumulatori elettrici di Flumeri, dalla centrale elettrica che brucia olio di palma a S. Angelo dei Lombardi ai tanti elettrodotti previsti da Terna in provincia credo - conclude il deputato del M5S - che occorra prevedere un vincolo paesaggistico diffuso tra i territori rurali e collinari al fine di scongiurare nuovi danni ambientali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento